Domenica, 24 Ottobre 2021
Sport Centro storico / Via Giuseppe Mazzini

Chievo Verona - Roma 3-3 | Clivensi tutto Pepe, Goal Technology e grinta

Partita folle e bellissima quella del Bentegodi tra la Roma e il Chievo di Maran. Sotto per due a zero i Clivensi non demordono e riescono a trovare il pareggio, grazie alle reti di Paloschi e Dainelli. In svantaggio nuovamente, recuperano grazie a una punizione di Pepe

Un match davvero bello, avvincente ed equilibrato, quello che si è disputato oggi al Bentegodi tra la Roma "incerottata" di Garcia, mai come ora in bilico sulla sua panchina, e il Chievo battagliero e mai domo. La sosta natalizia sembrava aver lasciato i giocatori di Maran un po' troppo rilassati, almeno a giudicare dalle prime fasi della partita. Al 7' minuto infatti la Roma trova subito il goal del vantaggio, grazie ad una brillante incursione sula fascia sinistra di Gervinho, il cui tiro sbilenco si trasforma in perfetto assist per l'accorrente Sadiq che sulla linea di porta insacca l'uno a zero.

Dopo il goal s'infortuna in attacco Meggiorini. Al suo posto entra nella mischia Inglese. La musica però non cambia ed è sempre la Roma a mantenere le redini della partita. Al 25' arriva una prima avvisaglia da parte del Chievo, con Birsa che chiama uno schema su punizione, liberando intelligentemente al tiro dal limite dell'area l'accorrente Frey. Il suo tiro al 25' è pericolosissimo, deviato in corner e alto di poco sopra la traversa.

La sfortuna sembra perseguitare Maran che al 35' perde anche Gamberini per infortunio, sostituito da Dainelli. Una scelta che si rivelerà particolarmente azzeccata. Ma nemmeno il tempo di risistemarsi in campo ed ecco arrivare il raddoppio giallorosso. Al minuto 36' Florenzi è lesto nel rubare un pallone gestito malamente a centrocampo da Cesar. L'esterno della Roma s'invola palla al piede fin dentro l'area e, da posizione di poco defilata sulla destra, riesce a trovare l'angolo più lontano con un perfetto tiro ad incrociare. La sfida sembrerebbe potersi chiudere qui, ma la squadra di Maran è brava nel gestire il doppio passivo senza perdersi troppo d'animo.

La tenacia di un Chievo sempre ben messo in campo, viene premiata proprio allo scadere del tempo: in area Inglese si batte corpo a corpo con i difensori giallorossi e in girata riesce a calciare in porta. Il suo tiro termina sul palo, ma sulla ribattuta il più rapido di tutti è Paloschi che in scivolata riesce a trovare la rete per accorciare le distanze. Si va negli spogliatoi con la convinzione che nel secondo tempo ci sarà battaglia.

Nella ripresa la prima vera occasione capita sui piedi di Salah che al 54' riceve solo in area, in posizione dubbia ma probabilmente regolare, calciando a botta sicura. Bizzarri è bravo e fortunato e riesce a deviare in corner. Passano alcuni minuti ed al 57' è ancora il Chievo a colpire, grazie a un calcio d'angolo insidioso battuto da Birsa e Dainelli che in allungo con il mancino riesce da pochi passi a scaraventare la palla in rete. Il Bentegodi esplode di gioia, ma si tratta di una felicità effimera, perché è di nuovo la Roma a trovare la via del goal al 70' grazie a un gran tiro dal limite dell'area di Falque.

Il 2 a 3 avrebbe potuto spezzare le gambe a chiunque, ma il Chievo non accusa il colpo e riparte. Dopo diverse azioni offensive inconcludenti si arriva al momento decisivo. Punizione da fuori area per i Clivensi quando mancano poco più di dieci minuti alla fine. Sulla palla vanno Birsa e Pepe. È quest'ultimo a calciare e il suo tiro a giro di destro va a sbattere contro la base del primo palo e poi sull'estremo difensore della Roma. Nessuno si accorge di nulla, Pepe per primo si dispera per l'occasione che crede sfumata, ma tutto cambia dopo alcuni attimi surreali. Interviene l'arbitro Irrati, il quale mostrando il proprio orologio, segnala l'intervento della Goal Line Technology e convalida la rete del pareggio clivense al minuto 84'.

Ora il Bentegodi può festeggiare davvero, anche perché la Roma pare accusare il colpo e nei restanti minuti accade davvero poco. La squadra di Maran torva nel più rocambolesco dei modi un pareggio fondamentale, soprattutto dal punto di vista del morale. La posizione in classifica non cambia di molto, ma certo ancora una volta il Chievo ha dimostrato di poter giocare alla pari con chiunque. Domenica prossima alle 15.00 nuova sfida importantissima, in trasferta contro il Bologna di Donadoni che oggi ha saputo battere a San Siro il Milan.

PRIMO TEMPO - Al via la sfida del Bentegodi. Al minuto 6' Birsa pericoloso su cross di Hetemaj, lo Sloveno stoppa male ma in girata volante impensierisce Szczesny. Vantaggio della Roma al 7' dopo un'incursione travolgente dell'esterno giallorosso Gervinho in area. Il suo tiro sbilenco si trasforma in assist perfetto per Sadiq che praticamente sulla linea di porta insacca senza problemi. Cambio nel Chievo al 18' esce Meggiorini infortunato, al suo posto entra Inglese. Ammonito Digne al 22' nella Roma. Bello schema su punizione del Chievo al 25' che porta al tiro Frey: la sua conclusione deviata, finisce di poco sopra la traversa. fantastica incursione per vie centrali da parte del giallorosso Maicon che da fuori area piazza una gran botta al 27'. Bizzarri c'è e devia in corner. Roma vicina al raddoppio al 32' sempre con Sadiq che è lesto a rubare un pallone a Gamberini infortunato. A tu per tu con Bizzarri il giovane attaccante si lascia ipnotizzare da Bizzari che respinge il tiro. Esce anche Gamberini infortunato al 35', al suo posto entra Dainelli nel Chievo. Raddoppio della Roma con Florenzi al 36': il giocatore giallorosso è bravissimo ad incunearsi centralmente dopo una palla malamente persa in mezzo al campo dal Chievo, per poi incrociare di potenza con il destro. Accorcia le distanze il Chievo grazie alla caparbietà di Paloschi al minuto 45': è bravo Inglese a girarsi in area in un corpo a corpo serrato con i difensori giallorossi. Il suo tiro deviato da Szczesny finisce sul palo e il bomber clivense è bravissimo in spaccata ad arrivare prima di tutti. Finisce qui la prima frazione di gara, con il Chievo che dopo il goal di Paloschi può sperare nella rimonta.

SECONDO TEMPO - Squadre di nuovo in campo. Al via la seconda frazione di gioco al Bentegodi. Chievo aggressivo in questi primi minuti, pressing alto per la squadra di Maran. Occasionissima Roma al 54' con Salah che in posizione dubbia riceve solo in area e davanti a Bizzarri calcia a botta sicura, ma la palla è deviata in angolo. Calcio d'angolo al 57' per il Chievo e pareggio meritato con Dainelli, bravissimo ad anticipare tutti in allungo con il mancino. La Roma prova a riorganizzarsi in campo con Gervinho che in un paio di occasioni si affaccia sulla porta difesa da Bizzarri, ma il Chievo tornato in partita si difende bene. Esce Salah nella Roma al minuto 68', al suo posto entra il "figlio d'arte" Lorenzo Di Livio. Goal della Roma al 70', grazie a una bordata mancina dal limite dell'area di Falque che riporta così in vantaggio i Giallorossi. Prova a reagire il Chievo con una punizione da posizione defilata di Birsa al 73', ma il cross dello Sloveno sfila lungo tutta l'area avversaria. Entra la minuto 80 Gyomber al posto di Sadyq. Dentro anche Pepe per Birsa nel Chievo al minuto 83'. Punizione dal limite per il Chievo da buona posizione. Calcia in porta Pepe, la palla finisce sul palo interno e sembra essere respinta dall'estremo difensore della Roma. I giocatori non si accorgono di nulla, ma dopo qualche istante di surreale incredulità l'arbitro convalida la rete grazie alla Goal Line Technology: segna Pepe al minuto 84' e nuovo pareggio del Chievo. Finisce qui allo stadio Bentegodi: un Chievo cuor di leone strappa un punto importantissimo contro la Roma.

CHIEVO VERONA - ROMA 3-3

MARCATORI: Sadiq al 7' (RO), Florenzi al 36' (RO), Paloschi al 45' (CH), Dainelli al 57' (CH), Falque al 70' (RO)

CHIEVO VERONA (4-3-1-2): Bizzarri 1; Frey 21, Cacciatore 29, Gamberini 5 (dal 32' Dainelli 3), Cesar 12; Castro 19, Radovanovic 8, Hetemaj 56; Birsa 23, Paloschi 43, Meggiorini 69 (dal 18' Inglese 45).

A disposizione: Bressan 32, Seculin 90, Gobbi 18, Pepe 7, Pinzi 6, Sardo 20, N. rigoni 4, Christiansen 10, Pellissier 31, M'Poku 40. Allenatore: Maran

ROMA (4-3-3): Szczesny 25; Maicon 13, Manolas 44, Rudiger 2, Digne 3; Florenzi 24, Falque 14, Vainquer 21; Salah 11, Gervinho 27, Sadiq 97.

A disposizione: De Sanctis 26, Lobont 1, Torosidis 35, Gyomber 23, Castan 5, Machin 57, De Rossi 16, Di Livio 52, Emerson 33, Sadiq 97. Allenatore: Garcia.

ARBITRO - Massimiliano Irrati di Pistoia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chievo Verona - Roma 3-3 | Clivensi tutto Pepe, Goal Technology e grinta

VeronaSera è in caricamento