Giovedì, 28 Ottobre 2021
Sport Stadio / Piazzale Olimpia

Chievo Verona retrocesso. Di Carlo: «Mettiamo un punto e ripartiamo»

Il tecnico è dispiaciuto per il verdetto, arrivato con sei gare ancora da giocare. «Non dobbiamo abbassare lo sguardo. C'è una pagina nuova da riscrivere, chiudendo quest'annata che non è partita bene»

«Dispiace per il presidente, per i nostri tifosi e per tutti quelli che ci hanno messo sudore e sacrificio». Questo il sentimento espresso dall'allenatore del Chievo Verona Domenico Di Carlo al microfono di Chievo Tv dopo la sconfitta di ieri, 16 aprile, contro il Napoli. Un risultato che ha sancito la matematica retrocessione del Chievo in Serie B. Un verdetto che i gialloblu avrebbero voluto evitare o al limite rimandare e che è arrivato quando ancora mancano sei partite al termine del campionato. Ma per il Chievo la stagione si è chiusa ieri. «Non dobbiamo abbassare lo sguardo - ha commentato Di Carlo - C'è una pagina nuova da riscrivere, chiudendo quest'annata che non è partita bene».

Sulla prestazione contro il Napoli, il tecnico non ha avuto molto da dire. Era chiaro fin dall'inizio che tra le due squadre c'erano delle differenze tecniche enormi. Di Carlo ci ha comunque provato, schierando cinque giocatori offensivi, ma gli attaccanti sono stati serviti male e questo non ha permesso alla manovra offensiva di svilupparsi pericolosamente. «Potevamo offrire una prestazione migliore, soprattuto dal punto di vista tecnico, con ritmi più alti - ha commentato il mister - Ma contro un Napoli così era difficile, non appena ci allungavamo loro ripartivano in contropiede. Ho chiesto di non concedere le ripartenze e mi hanno ascoltato forse un po' troppo perché siamo rimasti troppo bassi».

E adesso la parola d'ordine in casa Chievo è ripartenza. «In queste ultime sei gare dobbiamo onorare la maglia - ha concluso Di Carlo - Ma dobbiamo essere bravi a mettere un punto e ripartire».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chievo Verona retrocesso. Di Carlo: «Mettiamo un punto e ripartiamo»

VeronaSera è in caricamento