Sport Chievo / Piazza Chievo

Un guerriero vichingo a protezione della diga: il Chievo ufficializza Christiansen

Il mediano classe 1990 arriva dal Nordsjaelland a titolo definitivo firmando un contratto di tre anni con opzione sul quarto. Intanto salta definitivamente l'arrivo di Larrondo alla corte di Maran

Il calciomercato si prepara ad entrare nella sua fase più viva, con il Chievo Verona che continua a guardarsi attorno alla ricerca della migliore occasione da cogliere. 
Fino ad ora il club della diga aveva chiuso solo trattative in uscita (Kupisz al Cittadella, Edimar a Cordoba, Rivi a Carpi e Maxi Lopez a Torino) e adesso è arrivato anche il colpo in entrata. Anders Christiansen arriva dal Nordsjaelland a titolo definitivo, firmando un contratto di tre anni con opzione sul quarto. Si tratta di un mediano classe 1990 in grado di giocare anche da trequartista, di cui gli addetti ai lavori parlano un gran bene e che vanta già qualche presenza in nazionale e in Champions League. 
Per una trattativa andata in porto però c'è ne una che salta. Nell'ambito dell'operazione che ha portato a Torino Maxi Lopez (prestito con diritto di riscatto), le due società avevano discusso anche dell'approdo di Larrondo all'ombra della diga. Ma nonostante l'intesa di massima tra le due squadre, il giocatore ha rifiutato la meta, preferendo altre piazze per rilanciare la propria carriera. 
Sembra vicina alla chiusura invece la trattativa tra Chievo e Catania per Nicola Bellomo. Il centrocampista 23enne, che quest'anno ha trovato pochissimo spazio, sembra oramai destinato a trasferirsi in Sicilia: la trattativa infatti va avanti sulla base di un prestito con diritto di riscatto, che i veronesi vorrebbero trasformare in obbligo. 

Intanto Francesco Bardi cerca ancora una squadra dove rilanciarsi. Il giocatore ha attirato le attenzioni del Bologna, a cui il Chievo avrebbe proposto uno scambio con Garics e non solo. Per lui sono arrivate richieste dall'Inghilterra (Leeds e Watford) e dalla Spagna (Real Sociedad) ma l'Inter, proprietaria del cartellino, non vorrebbe mandarlo fuori dall'Italia e si cerca quindi una sistemazione che accomodi tutti. 
Mounir El Hamdaoui, secondo alcune fonti, sarebbe la prossima mira della società di Luca Campedelli. L'attaccante pare non rientrare nei piani di Montella e, dopo la partenza di Maxi Lopez, c'è un buco nella rosa clivense. Per arrivare al giocatore però bisognerà superare la concorrenza di Torino e Genoa. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un guerriero vichingo a protezione della diga: il Chievo ufficializza Christiansen

VeronaSera è in caricamento