menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chievo Verona - Genoa, le probabili formazioni | Inglese si gioca un posto da titolare

Il numero 45 non è al meglio della condizioni fisica ma potrebbe comunque partire dall'inizio, con Stepinski che però scapita. Depaoli e Jaroszynski dovrebbero invece essere i due terzini

Il Chievo Verona attende il Genoa allo stadio Bentegodi nella ventiquattresima giornata di Serie A, con il fischio d'inizio previsto per le ore 15 di domenica. 

Sconfitto anche a Bergamo dal'Atalanta, il club della diga deve iniziare a fare i conti con la propria situazione di classifica, che lo vede lontano solo cinque punti dal terzultimo posto. Contro il Grifone sarà quindi un vero e proprio scontro salvezza, che permetterebbe ai veronesi di superare proprio i rossoblu. 
Vittoriosi in casa della Lazio lunedì sera, i genoani sotto la guida di Ballardini sono riusciti ad allontanarsi dalla "zona calda" e a mettersi in una posizione più tranquilla. Una sconfitta però potrebbe trascinarli ancora verso il basso: per il Genoa quindi sarà importante non uscire sconfitto dal Bentegodi. 

I PRECEDENTI - Sono 9 i confronti al Bentegodi tra le due formazioni, con un bilancio leggermente a favore dei padroni di casa che si sono imposti 4 volte fino ad ora. 3 invece sono i successi rossoblu, mentre in due occasioni la sfida si è conclusa in parità. 

QUI CHIEVO VERONA - "Dobbiamo puntare a crescere come squadre, sempre, anche se ora i punti diventano importanti. Domani è una partita da affrontare con la lucidità giusta per portare a casa il massimo, senza farsi prendere dall’ansia. Affrontiamo una squadra che attacca bene gli spazi, dovremo essere pazienti e giusti nell’affrontarli, servirà essere compatti nel farlo. Il Chievo deve avere il coraggio giusto per poter superare gli ostacoli che fornirà una partita così insidiosa. Due punte più Birsa? E’ il momento di avere uno spirito coraggioso e battagliero, vogliamo metterci alle spalle questo periodo ma dobbiamo farlo con la massima lucidità. Inglese? Manca da un bel po’, ha saltato tante partire quindi va verificata la sua condizione".
Lucidità e coraggio, questo ha chiesto Maran ai sui giocatori nella conferenza stampa della vigilia. Con Cacciatore ancora squalificato, il tecnico dovrebbe schierare Depaoli e Jaroszynski sulle fasce, mentre al centro dovrebbe esserci Gamberini con Bani. Anche se convocato, difficilmente Castro sarà della partita, con Bastien pronto a rientrare a centrocampo dopo la squalifica, insieme a Radovanovic ed Hetemaj. In attacco Birsa si muovrà dietro Meggiorini e uno tra Inglese e Stepinski, con il numero 45 non ancora al meglio della condizione. 

QUI GENOA - "Ho sentito dire da alcuni, all’interno della squadra, che la partita con il Chievo sarà più difficile che a Roma. Mi fa piacere, siamo tutti d’accordo. Alle parole devono però devono seguire i fatti: conta quel che si dimostra, non quel che si dice. Non bisogna essere superficiali a livello inconscio come avviene in certi momenti. Il Chievo è una squadra educatissima, sempre in controllo della situazione. Un riferimento per come insegni a vivere serenamente in Serie A, sotto il profilo della gestione tecnica e umana. Da tanti anni fanno questo campionato e lo fanno con responsabilità e consapevolezza. Sono dei maestri in questo. Saranno motivatissimi e poi contano su recuperi importanti. Il Chievo ci aggredirà alto. Aspettiamoci furore, ferocia, carica agonistica. Dovremo essere bravi, molto pronti a controbattere. E’ una partita difficile per tanti motivi e sarà bene essere preparati mentalmente. Servirà una grande prestazione, serietà, umiltà, attenzione. Rispetto all’ultimo incontro non dovrebbero esserci molti cambiamenti.  
Da parte nostra sarà importante la compattezza, la generosità di correre, di attaccare la porta e gli spazi con i movimenti senza palla. Senza dare la possibilità agli altri di trovare spazi in cui trovarci scoperti. Disponibili e veloci. Dobbiamo essere così". 
Ballardini non vuole cali di concentrazione in questa fase delicata della stagione e mette in guardia i suoi. Veloso, Rossi, Izzo, Taarabt e Rosi sono infortunati, mentre Rossettini deve scontare un turno di squalifica, la linea difensiva quindi dovrebbe essere composta da Biraschi, Spolli e Zukanovic. A centrocampo Luca Rigoni sembra in vantaggio su Omeonga per completare il reparto, mentre in attacco Galabinov dovrebbe vincere il ballottaggio con Lapadula. 

ARBITRO - Claudio Gavillucci di Latina. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento