Chievo Verona - Frosinone 2-0 | Qualità e carattere per il riscatto gialloblu

Vittoria preziosa e meritata per il Chievo che colpisce nel secondo tempo con Obi e Vignato

Chievo Verona - Frosinone | La rete di Vignato

Un avversario temibile, forte e motivato, ma i ragazzi di Aglietti (assente in panchina, presente e attivissimo in tribuna) hanno probabilmente messo in campo la loro migliore prestazione di quest'anno. Una vittoria secca, meritata grazie a una prova di grande organizzazione tattica, tenacia e spunti di primissimo livello dal punto di vista qualitativo.

Sin dalle prime battute è stato il Chievo a condurre il gioco, rendendosi pericoloso dalla lunga distanza con Esposito, ma anche con un tiro mancino di Djordjevic e un colpo di testa di Obi. Al 21° proprio Djordjevic è rimasto vittima di una violenta gomitata in mezzo al campo, inspiegabilmente senza che l'arbitro estraesse alcun cartellino, riuscendo comunque a proseguire il gioco pur vistosamente medicato. 

Ad inzio secondo tempo entrambe le squadre hanno cercato di alzare sin da subito i ritmi e gli ospiti si sono resi pericolosi con due conclusioni dal limite, prima di Maiello e poi di Dionisi. La reazione del Chievo non si è però fatta attendere ed è arrivata grazie ad una buona combinazione tra Giaccherini, migliore in campo, e Djordjevic che, dal limite, non è però riuscito a centrare la porta. La rete del vantaggio clivense è arrivata subito dopo, al minuto 53°, con un'incursione sulla fascia destra di Dickmann che ha pennellato al centro un cross perfetto sempre per Djordjevic. L'attaccante gialloblu è stato bravissimo a proteggere la sfera e servire in appoggio a centro area l'accorrente Obi che, con un pizzico di fortuna, è riuscito a vincere un contrasto e scaraventare la palla alle spalle di Bardi.

Nemmeno il tempo di riorganizzare le idee per il Frosinone dopo il passivo subìto e il Chievo è riuscito a raddoppiare. Al 55° è infatti arrivata anche la rete di Vignato, fino a quel momento un po' in ombra,  dopo una combinazione perfetta tra Obi e Giaccherini. Il capitano del Chievo defilato sulla fascia sinistra è riuscito a pescare in area il gioiellino clivense che, a dispetto della statura non elevatissima, è riuscito ad effettuare uno splendido colpo di testa che non ha lasciato scampo al portiere avversario. Uno-due micidiale dei padroni di casa che, di fatto, ha sancito il finale di una gara bella e giocata su ritmi elevati considerando le condizioni climatiche. 

La classifica dopo i tre punti conquistati questa sera contro il Frosinone torna momentaneamente a sorridere per il Chievo Verona che sale infatti a quota 45 punti e vede il secondo posto del Crotone, distante sette lunghezze, come un obiettivo non più così irraggiungibile. Di certo la corsa per i play off è quanto mai viva e agguerrita, ma il Chievo visto in campo oggi potrà senza ombra di dubbio dire la sua, a cominciare dalla prossima sfida che si giochera venerdì sera, ore 21, contro l'Entella.

La diretta della partita

Primo Tempo

  • 1° Calcio d'inizio al Bentegodi, palla al Chievo.
  • 2° Colpo di testa di Obi in area, conclusione altissima. Buon Chievo in questi primi minuti.
  • 3° Scambio rapido tra Novakovich e Tabanelli, conclusione da buona posizione che finisce fuori di poco.
  • 12° Buona azione di Giaccherini che serve al limite Esposito, botta potente che Bardi para con un po' di affanno.
  • 21° Gomitata in mezzo al campo su Djordjevic, nessun provvedimento dell'arbitro ma vistosa medicazione per l'attaccante.
  • 34° Bella conclusione di Djordjevic che col mancino sfiora la traversa della porta avversaria.
  • 35° Ancora il Chievo pericoloso con Obi: traversone dalla sinistra e colpo di testa del nigeriano che finisce però alto.
  • 38° Ammonito Esposito per un veniale contatto col gomito sulla schiena dell'avversario, incomprensibile giallo in confronto alla gomitata su Djordjevic di poco prima rimasta senza conseguenze.
  • 45° Sono due i minuti di recupero.
  • Finisce qui la prima frazione di gara, più Chievo che Frosinone.

Secondo tempo

  •  45° Al via il secondo tempo.
  • 48° Pericoloso il Frosinone con Maiello che dal limite dell'area calcia di destro a incrociare e la palla lambisce il palo più lontano della porta di Semper.
  • 50° Ancora Frosinone vicino al gol con Dionisi che dal limite calcia ma la palla termina alta.
  • 51° Replica il Chievo con Giaccherini che dalla fascia sinistra pesca bene al limite Djordjevic: conclusione alta sopra la traversa.
  • 53° Gol del vantaggio per il Chievo: cross dalla destra di Dickmann, a centro area Djordjevic controlla e fa la sponda per Obi che vince un contrasto e calcia di potenza trafiggendo Bardi.
  • 55° Pazzesco uno-due del Chievo: cross dalla sinistra di Giaccherini pennellato sulla testa di Vignato che la gira alla perfezione alle spalle di Bardi. Il Chievo raddoppia.
  • 64° Pericoloso il Frosinone con Zampano che serve in area Rohden, conclusione ravvicinata ma centrale che Semper para e blocca.
  • 66° Dentro Di Noia e Garritano, fuori Obi e Vignato nel Chievo Verona.
  • 67° Ci prova Esposito da lontano, buon destro a giro ma Bardi para.
  • 69° Escono D'Elia e Rohden per Haas e Beghetto nel Frosinone.
  • 72° Altro cambio nel Chievo: fuori Djordjevic e dentro Ceter.
  • 73° Fuori Ariaudo per Ardemagni nel Frosinone.
  • 76° Contropiede veloce del Chievo che con Garritano spreca però un 4 contro 2 invitante.
  • 88° Saranno 4 i minuti di recupero concessi.
  • 92° Conclusione a giro di Garritano, para semplice Bardi.
  • 94° Triplice fischio dell'arbitro, finisce qui: vittoria importante per il Chievo.

Chievo Verona (4-3-2-1): Semper; Dickmann, Rigione, Leverbe, Renzetti; Esposito, Segre, Obi; Giaccherini, Vignato; Djordjevic.

A disposizione: Nardi, Cotali, Ivan, Ongenda, Garritano, Karamoko, Pavlev, Morsay, Ceter, Grubac, Zuelli, Di Noia.

Allenatore: César (Aglietti squalificato)

FROSINONE (3-5-2): Bardi; Szyminski, Ariaudo, Capuano; Zampano, Rohden, Maiello, Tabanelli, D’Elia; Dionisi, Novakovich.

A disposizione: Iacobucci, Bastianello, Gori, Paganini, Citro, Haas, Beghetto, Tribuzzi, Brighenti, Ciano, Krajnc, Ardemagni.

Allenatore: Nesta

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • La zona "gialla plus" di Zaia peggio di quella arancione? Commercianti aperti, senza clienti

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Coronavirus, a Verona tornano a salire i ricoveri in terapia intensiva

Torna su
VeronaSera è in caricamento