Giovedì, 28 Ottobre 2021
Sport Chievo / Piazza Chievo

Corini crede nell'impresa a San Siro con l'Inter: "Possiamo far male a chiunque"

Il tecnico bresciano prepara la sfida contro l'Inter e sprona la sua squadra: "L'anno scorso questi ragazzi hanno battuto Lazio, Roma e Napoli, significa che hanno valori importanti". Intanto qualcosa si muove sul fronte del calciomercato

Dopo la mancata qualificazione ai quarti di Coppa Italia, a causa della sconfitta subita in casa della Fiorentina mercoledì sera, il Chievo Verona si prepara al posticipo di lunedì sera che lo vedrà affrontare allo stadio Meazza l'Inter.

La formazione clivense sperava nel colpaccio all'Artemio Franchi, ma i padroni di casa si sono dimostrati superiori chiudendo la gara già nel primo tempo con le reti di Joaquin e Rebic, l'espulsione di Sardo nella ripresa poi ha fatto calare definitivamente il sipario sull'incontro.

Ora i ragazzi di Corini sono chiamati ad un'altra difficile trasferta in casa dei nerazzurri, anch'essi usciti dalla Coppa Italia per mano dell'Udinese. Mazzarri vorrà sicuramente riscattarsi dalla deludente prestazione di giovedì sera, ma soprattutto proverà a riprendersi quel quinto posto che proprio l'Hellas Verona gli ha soffiato nella scorsa giornata di campionato e che porta in Europa League. 

"Abbiamo le caratteristiche per far male anche ad avversari importanti. Inter compresa. L’anno scorso questi ragazzi hanno battuto Lazio, Roma e Napoli, significa che hanno valori importanti", Eugenio Corini ha fiducia nei mezzi della propria squadra e non ci sta a recitare la parte della vittima sacrificale. "Quando lotti per non retrocedere puoi perdere ma comunque raggiungere il tuo obiettivo abbiamo 20 partite che devono diventare 20 occasioni per raggiungere la salvezza. Questa squadra ha le qualità per poterci riuscire, sono convinto che ce la faremo. La sconfitta ci sta, ma se non porti a casa punti devi comunque costruire qualcosa. I fischi col Cagliari? Anche a me piace il calcio spettacolare, ma poi di fronte trovi delle difficoltà, un avversario e tante altre variabili. Non dimentichiamoci che il Chievo era ultimo a sei punti ed ora è lì con tutte le altre. Continuiamo a lavorare, a correggere i nostri errori. Alla fine verremo premiati".

Intanto in queste frenetiche ore di calciomercato invernale, qualcosa si muove sul fronte del club della diga. Un clamoroso ritorno in riva all'Adige potrebbe essere quello di Andreolli: il difensore viene usato con il contagocce da Mazzarri e, nonostante la sua volontà sia quella di giocarsi le proprie carte nell'Inter, se non dovesse trovare spazio potrebbe rivedere la propria scelta. 

In attacco poi la situazione sembra destinata a sbloccarsi nei prossimi giorni. Sul piede di partenza c'è Matteo Ardemagni, neppure convocato per la sfida di Coppa Italia, piace a mezza serie B, in particolar modo al Carpi che dovrà però guardarsi dalla concorrenza di Cesena, Pescara e Modena.

Al centro di diverse manovre c'è anche Alberto Paloschi. Il giovane attaccante in comproprietà tra Milan e Chievo potrebbe diventare un'importante pedina di scambio. Su di lui infatti sono piombati Bologna e Genoa: nel primo caso potrebbe defilarsi uno scambio con Rolando Bianchi, mentre nella seconda ipotesi potrebbe arrivare Emanuele Calaiò, da sempre pupillo di Sartori. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corini crede nell'impresa a San Siro con l'Inter: "Possiamo far male a chiunque"

VeronaSera è in caricamento