rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Sport Stadio / Piazzale Olimpia

Chievo Verona - Benevento 1-2 | Vignato non basta e la Strega rimonta

Alla rete della promessa clivense hanno risposto Maggio e Tuia sempre nel primo tempo. Inutili gli sforzi finali della formazione di Marcolini, che trova così la seconda sconfitta casalinga consecutiva

Nel Boxing Day è arrivata la seconda sconfitta casalinga consecutiva per il Chievo Verona, che al Bentegodi è stato superato per 2-1 dal Benevento nella diciottesima giornata di Serie B. 

La formazione guidata da Pippo Inzaghi ha iniziato con più aggressività il match del Bentegodi, come testimoniano i due tentativi a rete dei primi quattri minuti. Con il passare del tempo però i padroni di casa sono cresciuti sul piano dell'intensità e la sfida si è dunque rivelata molto equilibrata, con entrambe le formazioni che hanno cercato di impostare il proprio gioco. I ragazzi di Marcolini, soprattutto, hanno provato a causare diversi grattacapi alla capolista, che ha cercato di chiudere bene gli spazi senza però riuscire a rendere inoffensive le sortite clivensi. Così poco prima della mezzora, Vignato ha approfittato di una maldestra respinta per battere Montipò sul proprio palo, sfruttando anche l'incertezza dello stesso portiere. Galvanizzati dal vantaggio i padroni di casa hanno provato a mettere alle corde un avversario che faticava a reagire, ma al 35' Maggio, lasciato libero sul secondo palo, ha rimesso il risultato in parità insaccando di testa. Il pareggio ha cambiato l'inerzia della partita, con il Benevento che ha trovato entusiasmo mentre l'undici di casa è sembrato accusare un po' il colpo, con il solo Vignato ad accendere la luce in avanti. 
La Strega così ha completato la propria rimonta già al 47', con Nardi uscito in malo modo sul calcio d'angolo di Viola e Tuia che di testa ha potuto siglare il vantaggio ospite, prima della pausa. 

Anche nella ripresa è stato il Benevento a partire con maggiore decisione, mentre il Chievo si è mostrato titubante nelle prime battute, nonostante lo svantaggio da recuperare. La squadra di Marcolini ha subito l'iniziativa avversaria, rischiando anche qualcosa, prima di riuscire a dare maggior vigore alla propria manovra, faticando però ad arrivare alla conclusione. L''undici di Inzaghi così ha piano piano abbassato il proprio baricentro, con l'intento di difendere la porta, rallentare il ritmo e magari colpire in contropiede. La difesa campana è riuscita per diversi minuti a respingere gli assalti dei veronesi, che solamente nel finale sono riusciti ad impensierire Montipò in alcune occasioni e a cogliere anche un palo per la deviazione di Tuia: il risultato però non è cambiato e l'arbitro ha decretato la fine del match dopo 5 minuti di recupero. 

Niente da fare per il Chievo, che non riesce ad uscire indenne dallo scontro con la capolista. La formazione di Marcolini avrebbe meritato di raccogliere un punticino, ma le difficoltà incontrate principalmente in fase conclusiva hanno indirizzato il match in favore degli ospiti. 
I clivensi ora torneranno in campo domenica alle 12.30 sul terreno di gioco per Pescara. 

Il tabellino

PRIMO TEMPO - Subito aggressiva la squadra di Inzaghi, con Viola che al 2' prova a sorprendere Nardi da fuori, ma va solo vicino al bersaglio. Al 4' l'incornata di Tuia su punizione di Viola trova il palo. Al 7' Di Noia ci prova dal limite dell'area al volo: centrale. La formazione di casa non vuole lasciare il gioco in mano agli avversari. Debole il colpo di testa di Segre al 13' su cross di Cotali. Partita equilibrata, con le due squadre che cercano di imporre la propria manovra. Al 18' Vignato manda in porta Djordjevic, che dopo aver dribblato un uomo subisce il ritorno di Hetemaj e la sua conclusione termina alta. Cresciuto il Chievo rispetto ai primi minuti. Al 27' la difesa ospite non riesce a liberare bene l'area dal cross di Garritano e Vignato ne approfitta per battere Montipò sul suo palo. Un po' troppo lungo il lancio per Insigne al 32' e Nardi può bloccare la sfera. Fatica a reagire il Benevento. Al 35' il traversone di Letizia trova Maggio libero sul secondo palo, che di testa firma il pareggio. Chievo in difficoltà dopo il pari: al 37' un'azione insistita degli ospiti porta alla conclusione Coda, che va vicino al vantaggio. Un insidioso cross di Vignato al 41' attraversa tutta l'area, ma nessuno riesce a coglierlo. Angolo di Viola al 47', Nardi stecca l'uscita e Tuia lo batte di testa. 

SECONDO TEMPO - Nessun cambio all'intervallo. Termina a lato il diagonale di Improta al 47'. Sopra la taversa la punizione di Coda al 50'. È partito con più decisione nella ripresa il Benevento, mentre i padroni di casa faticano a trovare il giusto atteggiamento. Al 53' è ancora Vignato a mettere un cross interessante in area, che però non trova compagni. Il Chievo aumenta i giri del motore, ma fatica ad arrivare alla conclusione. Decisivo l'intervento di Nardi al 58', per impedire ad Improta di mettere dentro l'assist di Insigne. È sempre Vignato ad accendere la luce per il Chievo, ma al 60' la difesa respinge il suo tiro e il suo traversone. I clivensi provano a prendere in mano la situazione, ma gli ospiti serrano bene i ranghi. Di Noia esce dal campo per infortunio al 69'. Al 73' Giaccherini prima non arriva per un soffio sul cross del solito Vignato, poi, nel proseguimento dell'azione, tenta senza successo il tiro in porta. La difesa ospite salva al 77' sul cross di Garritano, che stava per essere colto da Dickmann. Pucciarelli di prima all'84' su una palla vagante in area, ma la sfera esce sul fondo. Cotali all'87' mette un assist rasoterra in area per Garritano, ma il suo sinistro non è vincente e Montipò si salva con i piedi. Palo del Chievo all'89': è Tuia a deviare sul legno la punizione messa in mezzo da Esposito. Subito dopo, Montipò smanaccia il diagonale di Giaccherini e Vaisanen non riesce a mettere dentro il suo tap in. Centrale la conclusione di Dickmann al 95'.

CHIEVO VERONA - BENEVENTO 1-2

MARCATORI: Vignato (CV) al 27', Maggio (B) al 35', Tuia (B) al 47' 

CHIEVO VERONA: Nardi; Dickmann, Väisänen , Rigione, Cotali; Segre (dal 57' Giaccherini), Garritano, Di Noia (dal 69' Esposito), E. Vignato; Meggiorini, Djordjevic (dal 77' Pucciarelli). 
IN PANCHINA: Leverbe, Brivio, Cesar, Frey, Bertagnoli, Zuelli, Rodriguez, Semper, Pavoni. ALLENATORE: Michele Marcolini. 

BENEVENTO: Montipò; Maggio, Tuia, Caldirola, Letizia; Hetemaj, Schiattarella, Viola (dall'81' Armenteros); Insigne (dal 63' Tello), Improta (dal 74' Antei); Coda. 
IN PANCHINA: Volta, Gyamfi, Del Pinto, Basit, Kragl, Vokic, Sau, Gori, Manfredini. ALLENATORE: Filippo Inzaghi. 

ARBITRO: Juan Luca Sacchi di Macerata. 

AMMONITI: Improta, Schiattarella, Rigione, Maggio, Meggiorini, Dickmann, Armenteros. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chievo Verona - Benevento 1-2 | Vignato non basta e la Strega rimonta

VeronaSera è in caricamento