Chievo, la rabbia dopo Genova

I clivensi si preparano alla sfida interna di Coppa Italia

Chievo, la rabbia dopo Genova
Non è mai facile mandare giù una sconfitta, soprattutto se ingiusta. Sono comprensibili le reazioni all’interno della società clivense dopo la partita di Genova.

La squadra di Di Carlo avrebbe meritato qualcosa di più dal campo, ma un arbitraggio non altezza della massima serie e qualche ingenuità non ha permesso ai gialloblù di seminare quanto raccolto. Gol a parte infatti si sono visti dei miglioramenti da parte del Chievo, a partire dall’ottima intesa tra Abbruscato, per la prima volta in campo dal primo minuto, e Pellissier. Ma la rabbia scaligera è tutta per l’arbitro Russo, che spesso pare usare due pesi e due misure differenti. Se infatti Luciano viene espulso, forse troppo frettolosemente, per un’ingenuità, il capitano gialloblù viene continuamete maltrattato dai centrali doriani e, come se non bastasse, si vede annullare un gol regolare che poteva cambiare volto alla gara. Campedelli e Di Carlo hanno di che recrminare insomma, ma non c’è tempo per le distrazioni. Adesso bisogna pensare alla sfida casalinga di Coppa Italia con il Frosinone mentre domenica arriva il Palermo della nuova gestione Rossi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: l'Esu di Verona chiude «aule studio, ristoranti e zone pertinenti»

  • Incidente e incendio, un camion va a fuoco: traffico in tilt sulla tangenziale sud

  • Musicista torna in Molise da Verona: «Per il coronavirus, prevenzione bassa»

  • Cambia la viabilità di Verona per il Venerdì Gnocolar: ecco i provvedimenti

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 21 al 23 febbraio 2020

  • Lessinia e Valpantena, ci sono offerte di lavoro ma sono senza risposta

Torna su
VeronaSera è in caricamento