Plusvalenze gonfiate, Chievo Verona: "Estranei ad ogni contestazione"

Il club gialloblu si deve difendere ancora dopo il deferimento e anche dopo un articolo de La Gazzetta dello Sport che ipotizza la pena della retrocessione in caso di condanna

Luca Campedelli (Foto di repertorio)

La società ribadisce con fermezza di sentirsi estranea alle contestazioni ricevute dalla Procura Federale della Figc, avendo sempre agito nel pieno rispetto delle norme federali. La società ripone la sua massima fiducia nelle decisioni della magistratura sportiva e si riserva di agire in tutte le sedi competenti contro qualsiasi iniziativa che possa ledere l'immagine del club.

Il Chievo Verona è dovuto intervenire una seconda volta, con le parole sopra riportate, sul caso delle plusvalenze fittizie che potrebbe costargli caro. Il club gialloblu è stato infatti deferito insieme al Cesena per un ipotetico meccanismo definito di "doping amministrativo". In sostanza, le due società si sarebbero scambiate i giocatori a prezzi gonfiati per aggiustarsi i bilanci.

Il Chievo si era già dichiarato "estraneo alle contestazioni" e oggi, 30 giugno, si è dovuto ripetere in seguito ad un articolo pubblicato sul La Gazzetta dello Sport. Il quotidiano sportivo più letto d'Italia si è infatti occupato del caso plusvalenze, arrivando pure a quantificare la grandezza del presunto illecito. Si legge infatti che il valore di alcuni giocatori coinvolti sarebbero stato gonfiato anche del 9000% rispetto al valore reale. Giocatori che, in certi casi, non avevano mai collezionato neanche una presenza con la prima squadra o con la squadra primavera e che poi hanno continuato la loro carriera in squadre di Serie C o Serie D.

Altro dettaglio importate riportato dalla Gazzetta è ciò che rischiano Chievo Verona e Cesena. Oltre a lunghe squalifiche per i presidenti Luca Campedelli e Giorgio Lugaresi, i club rischierebbero anche la retrocessione. Per il Cesena potrebbe essere il colpo di grazia, dato che la società calcistica romagnola è a un passo dal fallimento. Per il Chievo sarebbe un colpo durissimo, con il Crotone pronto a prendere il suo posto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Covid-19, in Veneto 107 decessi in 24 ore. 27 tra Verona e provincia

  • Nuovi chiarimenti della Regione sull'ordinanza di Zaia: sì a camminate gruppi nordic walking

  • Un hotel extra lusso nel cuore di Verona al posto degli ex uffici Unicredit

  • Il Veneto resta zona gialla, ora è ufficiale. Presidente Zaia: «Non abbassiamo la guardia»

Torna su
VeronaSera è in caricamento