Domenica, 17 Ottobre 2021
Sport Chievo / Piazza Chievo

Il Chievo esce a testa alta dalla sconfitta con il Leverkusen che chiede Paloschi

Il 3-1 rimediato in Germania ha comunque fornito a Maran delle ottime risposte sulla sua squadra, che è un passo indietro dal punto di vista della condizione fisica rispetto alla formazione arrivata quarta nell'ultima Bundesliga

Solitamente una sconfitta subita con il risultato di 3-1 non può lasciare tranquillo un allenatore ma se questa arriva ad agosto, con un avversario sulla carta più forte e più avanti nella preparazione, i lati positivi si possono tranquillamente trovare. 
Il Chievo Verona è rientrato dalla trasferta di Leverkusen con qualche certezza in più, nonostante dopo il pareggio siglato da Mpoku, che ha risposto alla rete iniziale di  Mehmedi, siano arrivate le marcature di  Toprak e Kiessling. Il Bayer infatti, oltre ad avere chiuso la passata Bundesliga al quarto posto, inizierà il campionato il giorno di Ferragosto contro l'Hoffenheim e il 18 agosto sarà invece impegenato nei preliminari di Champions League: la preparazione fisica delle "aspirine" quindi è ad uno stadio avanzato rispetto a quella dei veneti.
Ma quello che conta è il responso del campo e in questa occasione lo strapotere dei tedeschi non è apparso per nulla evidente. La formazione di Maran infatti è riuscita comunque a mostrare una buona solidità difensiva e un efficace giro palla che gli ha permesso di creare alcuni grattacapi alla difesa del Bayer. 

Sulle tribune però si sarebbe giocato anche un altro match, quello tra le due società. I tedeschi infatti avrebbero colto l'occasione per chiedere Paloschi al club della diga: la dirigenza, che ha già rifiutato 6 milioni di euro dal Sassuolo, non sarebbe però intenzionata a lasciarlo partire e continua a lavorare su Quintero. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Chievo esce a testa alta dalla sconfitta con il Leverkusen che chiede Paloschi

VeronaSera è in caricamento