Domenica, 24 Ottobre 2021
Sport Stadio / Piazzale Atleti Azzurri D'Italia, 1

Anche Perugia deve arrendersi al Palaolimpia. La Calzedonia si impone al tie break

Avanti di set a zero, i ragazzi di Andrea Giani si fanno rimontare dagli ospiti, guidati dal solito Atanasijevic e da Fromm. Il finale è da cardiopalma, con i gialloblu che vanno sotto sul 11-14 prima di rimontare

La Calzedonia Verona vince al tie break il match contro la Sir Safety Perugia, conquistando un successo per la prima volta contro gli umbri nella storia. Dopo i primi due parziali vinti si fa recuperare e gli ospiti pareggiano sul 2 a 2. Il tie break è per cuori forti: Perugia va avanti fino all’11 a 14 poi la determinazione di Verona e i servizi spietati di Gasparini e White mettono in ginocchio la formazione guidata da Grbic. Sander è votato MVP dell’incontro con 24 punti messi a segno; Fromm è il miglior realizzatore con 27 punti. La gara si gioca davanti ad un pubblico numerosissimo, oltre 4600 spettatori.

La Calzedonia Verona scende in campo con Coscione in cabina di regia, Gasparini opposto, Deroo e Sander schiacciatori, Anzani e Zingel al centro con Pesaresi libero.
Perugia risponde con De Cecco palleggiatore, Atanasijevic opposto, Beretta e Buti al centro, Vujevic e Fromm schiacciatori e Giovi libero.

Perugia mette a segno il primo break della partita (1-3) dopo un dubbio fischio sul palleggio di Coscione. La Calzedonia risponde subito, Deroo schiaccia di potenza il 3 a 3 poi Sander, in pipe, mette giù il 4 a 3. Verona rimane in vantaggio fino al muro di Fromm su Gasparini; l’opposto gialloblù viene fermato anche poco dopo da Atanasijevic e la Sir Safety si porta sull’8 a 10. La partita vive sul filo dell’equilibrio; le due squadre si danno battaglia punto dopo punto mantenendo alta l’efficienza in attacco. Pesaresi è fenomenale in difesa su Atanasijevic poi Zingel firma il 18 a 18. La Sir allunga ancora, fino al 19 a 21 e Giani chiama time out. Al rientro in campo break della Calzedonia e contro break di Perugia (21-23). Perugia conquista la prima palla match ma Verona recupera dal 22 a 24 e conquista poi sette palle set. Il parziale è interminabile ma ci pensa Sander. Sul 34 a 32 il PalaOlimpia esplode in un boato.

Ad inizio di secondo set, la Calzedonia scappa subito avanti (3-0). La gara torna in equilibrio di punteggio dopo il break di Perugia. Sull’11 a 11 Verona allunga il passo; Gasparini firma il suo primo ace della partita e porta la Calzedonia sul 16 a 13; il suo errore dalla linea dei nove metri e l’attacco out di Deroo riavvicinano la formazione guidata da Grbic (16-15). White viene mandato in campo per rinforzare la linea di ricezione e firma subito un punto. Atanasijevic attacca out e Sander mette a segno un ace che strappa applausi (22-19). Sul 23 a 20 entra Bellei e con due ace consecutivi chiude il parziale (25-20).

Perugia parte con grande aggressività ad inizio del terzo set conquistando un vantaggio importante di tre punti. Dopo il time out tecnico Fromm mura Sander e gli umbri si portano a più quattro (9-13); la Sir Safety si aggrappa alla regia di De Cecco e ai due attaccanti più pericolosi, Fromm ed Atanasijevic, che si accollano gran parte degli attacchi. Sul 15 a 19 in favore degli ospiti il gioco rimane fermo per cinque minuti con la decisione arbitrale discussa prima da Vujevic e compagni e successivamente dai gialloblù. Fromm gioca sulle mani di Coscione e conquista il 16 a 22. Il finale è gestito dagli umbri che si impongono 18 a 25.

Perugia fa leva sull’entusiasmo del set vinto e conquista un ampio margine in apertura di set. Giani manda in campo Bellei, White e Blasi al posto di Gasparini, Deroo e Coscione ma la formazione ospite guida senza intoppi. Perugia chiude il parziale con il 70% in attacco mentre la Calzedonia si ferma sul 45%. Anche il quarto set finisce

Il tie break si apre con un muro di Sander su Atanasijevic, poi il break di Perugia. Fromm schiaccia il 3 a 4 poi White manda fuori per il 3 a 5 umbro e il break di vantaggio accompagna le due squadre fino al cambio di campo (6-8). Sander e l’out di Fromm portano il punteggio in parità (8-8), poi Perugia allunga ancora. Atanasijevic ferma Gasparini (8-10), poi Fromm schiaccia l’8 a 11 e Verona torna in partita. Dall’11 a 14 la Calzedonia recupera. Gasparini porta i gialloblù dal 12 a 14 al 14 pari, con due servizi consecutivi particolarmente insidiosi. Sander firma il 16 a 15 dopo una ricezione lunga di Fromm e White mette a segno l’ace del 17 a 15. Il PalaOlimpia esplode in un boato.

CALZEDONIA VERONA - SIR SAFETY PERUGIA 3-2 (34-32, 25-20, 18-25, 18-25, 17-15)

CALZEDONIA VERONA: Zingel 7, Coscione 2, Pesaresi (L), Gitto, Blasi 1, Gasparini 16, Deroo 12, White 5, Bellei 3, Sander 24, Anzani 12. Non entrati Centomo, Borgogno. All. Giani.

SIR SAFETY PERUGIA: Buti 10, Fromm 27, De Cecco 4, Giovi (L), Barone, Tzioumakas, Beretta 4, Vujevic 7, Atanasijevic 26, Sunder, Maruotti 2. Non entrati Paolucci, Cricco, Fanuli. All. Grbic.

ARBITRI: La Micela, Sobrero.
NOTE - durata set: 40', 31', 30', 25', 22'; tot: 148'.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche Perugia deve arrendersi al Palaolimpia. La Calzedonia si impone al tie break

VeronaSera è in caricamento