Giovedì, 21 Ottobre 2021
Sport Centro storico / Piazza Cittadella

Calzedonia implacabile al PalaOlimpia e Milano deve arrendersi in soli tre set

Starovic e compagni vincono la seconda partita consecutiva con il risultato di 3-0, battendo sul parquet amico la Revivre, lasciata a zero nel computo dei giochi conquistati

La Calzedonia Verona ottiene il secondo 3 a 0 consecutivo e Andrea Giani trova le conferme che voleva dai suoi ragazzi. Dopo Padova, anche Milano viene schiacciata in tre set davanti al pubblico di fede scaligera con Starovic e compagni capaci di chiudere la pratica in poco più di settanta minuti di gioco. La Calzedonia Verona costruisce la propria vittoria con il muro e l’attacco; con il primo fondamentale va a segno ben 13 volte (4 Anzani, Starovic e Zingel) mentre in attacco chiude il match con il 61% finale.

Andrea Giani conferma la formazione tipo con Baranowicz in cabina di regia, Starovic opposto, Sander e Kovacevic schiacciatori, Anzani e Zingel al centro e Pesaresi libero.
Milano manda in campo Sbertoli in cabina dir egia, Milushev opposto, Alletti e Burgstahler al centro, Skrimov e Russomanno schiacciatori e Tosi libero.

La Calzedonia Verona parte subito con due muri vincenti, uno di Anzani e uno di Sander (0-2). Il vantaggio aumenta fino all’8 a 3, messo a segno di Zingel con un attacco di prima intenzione dopo il servizio di Sander. Monti chiama time out ma al rientro in campo l’azione si ripete, questa volta con il punto di Kovacevic. La Calzedonia è spietata, macina gioco e punti. Starovic firma l’11 a 5, Anzani ferma a muro Alletti per il 13 a 6 e Starovic, con lo stesso fondamentale, Skrimov per il 14 a 6. I gialloblù non si fermano più, Kovacevic mura Milushev, siamo sul 17 a 6. Il finale è gestito perfettamente, si chiude sul 25 a 16 con 6 muri punto e un ottimo 56% in attacco.

Il secondo set è invece molto equilibrato, soprattutto fino al time out tecnico. Dal 13 a 13, Milano allunga con un pericoloso break fino al 13 – 15, interrotto solamente dal muro di Starovic su Milushev che riporta la Calzedonia Verona sul meno uno. Il pareggio arriva con un altro muro, questa volta di Zingel. La Calzedonia torna ad essere padrona del campo con Sander micidiale due volte consecutive e Zingel dominante ancora a muro, questa volta per il 21 a 17. L’attacco della Calzedonia non conosce ostacoli, il 65% finale parla chiaro. Il parziale finisce sul 25 a 20.

Il terzo parziale, ancora una volta, regala emozioni al pubblico presente. La Calzedonia Verona arriva in vantaggio al time out tecnico (12-11) salvo poi farsi recuperare. Milano, anche in questo set, allunga sul 13 a 15 ma la reazione di Verona è ancora dietro l’angolo. Il muro di Anzani vale il 18 a 17, poi Alletti ferma Sander in pipe con il punteggio che torna in parità (20-20). Giani chiama time out sul 22 a 23, dopo il muro di De Togni su Starovic. Al rientro in campo vanno a segno Anzani e Starovic, la Calzedonia passa a condurre sul 24 a 23. L’ultimo punto è di Zingel che mette giù il 27 a 25.

CALZEDONIA VERONA - REVIVRE MILANO 3-0 (25-16, 25-20, 27-25)

CALZEDONIA VERONA: Zingel 12, Kovacevic 14, Pesaresi (L), Spirito, Baranowicz 1, Starovic 12, Bellei, Sander 10, Anzani 9. Non entrati Gitto, Lecat, Frigo, Bucko. Allenatore: Giani.

REVIVRE MILANO: Milushev 4, Gavenda, Alletti 9, Sbertoli 1, Skrimov 13, Russomanno Dos Santos 14, Tosi (L), De Togni 1, Baranek 1, Burgsthaler 5. Non entrati Sottile, Rivan, Marretta. Allenatori: Monti.

ARBITRI: Satanassi, La Micela.

NOTE - Spettatori 2821, durata set: 22', 24', 26'; tot: 72'.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calzedonia implacabile al PalaOlimpia e Milano deve arrendersi in soli tre set

VeronaSera è in caricamento