Lunedì, 18 Ottobre 2021
Sport Stadio / Via San Marco

La Calzedonia è una meraviglia contro Treia: i Campioni d'Italia battuti al Palaolimpia

Con una prestazione di altissimo profilo, la formazione guidata da coach Giani s'impone sui detentori del titolo con il punteggio di 3-1. Mvp della serata Simone Anzani

Alla sua quattrocentesima partita in Serie A, la Calzedonia Verona vince per 3 a 1 contro la Cucine Lube Banca Marche Treia e conquista tre punti preziosi per la propria classifica.

I gialloblù giocano una gara di altissimo livello con 12 muri punto, 51% in attacco di squadra; Simone Anzani viene eletto MVP del match dopo aver messo a terra terra 7 muri punto e 13 punti punti totali. Per Treia un infortunio nel finale a Giulio Sabbi e qualche problema anche per Henno che durante la gara si è accomodato in panchina perché non al meglio.

La Calzedonia Verona scende in campo con il sestetto tipo composto da Coscione e Gasparini in diagonale, Zingel e Anzani al centro, Sander e Deroo schiacciatori e Pesaresi libero.
Treia replica con Baranowicz palleggiatore, Sabbi opposto, Stankovic e Podrascanin schiacciatori, Kurek e Parodi schiacciatori ed Henno libero.

La Calzedonia Verona parte molto aggressiva nel primo set. Il punto che apre il match è di Sander e sul 5 a 3, Gasparini piazza il primo ace della partita (6-3). La Lube recupera grazie ai due errori dell’opposto scaligero e il match si fa nuovamente equilibrato. Quando Anzani ferma Kurek, il pubblico di casa esplode e al time out tecnico si arriva sul 12 a 8. Al rientro in campo Verona va ancora a segno, ancora a muro, con Anzani (13-8). La Calzedonia è incontenibile: Gasparini schiaccia da posto due il 15 a 9 costringendo Giuliani al time out che però non scaturisce gli effetti sperati. Il finale è tutto gialloblù: Verona si conferma top in attacco (64%) e a muro colpisce con incisività. Il primo set si chiude sul 25 a 17.

Il secondo parziale si apre con equilibrio in campo con Giuliani prova la carta Shumov per Stankovic. Le due formazioni strappano comunque applausi al pubblico. Sabbi, al servizio, porta i suoi sul 7 a 10 con un break che consente alla Lube di arrivare in vantaggio alla sospensione tecnica per 8 a 12 dopo il muro su Sander. Baranowicz mette a terra di seconda intenzione la palla del 9 a 15 con Verona che fatica soprattutto in attacco; Anzani, con un muro e un attacco, tiene la Lube nel mirino. L’altro centrale, Zingel, di prima intenzione mette giù la palla del 15 a 18. Verona rimonta, Gasparini piazza un altro ace (17-19), Anzani schiaccia il 20 a 21 e Zingel firma il 21 a 21 con un ace. Ma non è finita qui, il vantaggio lo mette a segno Sander, poi Anzani stampa il muro del 23 a 21. L’americano schiaccia il 24 a 22, poi Anzani mette giù l’ultimo: 25 a 23.

Il terzo parziale è il più positivo per la formazione ospite. La Lube ritrova grande efficienza in attacco mentre i gialloblù faticano a mantenere qualità nel gioco. Kurek spara out e regala a Verona il 15 a 18 ma la Lube non perde di efficacia. Sabbi mette a terra il 16 a 20; l’azione successiva è la più spettacolare del match. Parodi schiaccia il punto vincente ma i recuperi di Verona strappano applausi. Il finale è dei marchigiani che non perdono terreno e si impongono per 18 a 25.

Treia parte meglio nel quarto parziale ma Verona pareggia sull’11 a 11 con Anzani a muro. Sabbi firma il punto successivo della Lube Gli ospiti tornano avanti di un break con un turno al servizio incisivo di Kurek. Gli ospiti provano in tutte le maniere di scappare nel punteggio ma Verona non demorde. Su una bella azione rigiocata, Gasparini mette a terra il 16 a 17 ma il contro break dei campioni d’Italia è dietro l’angono (18-21). Gasparini e Sander ricuciscono lo strappo (20-21) e l’out di Kurek decreta il pareggio (21-21). Quando Anzani ferma a muro l’attacco di il pubblico sobbalza (22-21) e all’ace di Sander scatta il boato (23-21); Deroo mette a terra il muro del 24 a 21 e Sabbi, ricadendo da muro, rimane a terra dolorante. Dopo un punto della Lube arriva l’attacco di Simone Anzani che scatena l’entusiasmo dei 3200 del PalaOlimpia. Verona vince per 3 a 1.

CALZEDONIA VERONA - CUCINE LUBE BANCA MARCHE TREIA 3-1 (25-17, 25-23, 18-25, 25-22)

CALZEDONIA VERONA: Zingel 9, Coscione 1, Pesaresi (L), Gitto, Gasparini 21, Deroo 13, White 1, Bellei, Sander 14, Anzani 13. Non entrati Blasi, Centomo, Borgogno. Allenatore: Giani.

CUCINE LUBE BANCA MARCHE TREIA: Henno (L), Parodi 15, Paparoni (L), Stankovic 10, Kovar 1, Sabbi 16, Monopoli, Shumov 4, Kurek 11, Baranowicz 3, Podrascanin 7. Non entrati Fei, Vitelli, Bonacic. Allenatore: Giuliani.

ARBITRI: La Micela, Pozzato.
NOTE - durata set: 24', 29', 23', 30'; tot: 106'.

CLASSIFICA
1ª Giornata Rit. (03/01/2015) - Regular Season SuperLega UnipolSai, Stagione 2014

Energy T.I. Diatec Trentino 33, Modena Volley 33, Cucine Lube Banca Marche Treia 28, Sir Safety Perugia 27, Calzedonia Verona 25, CMC Ravenna 22, Top Volley Latina 21, Copra Piacenza 18, Exprivia Neldiritto Molfetta 16, Vero Volley Monza 9, Tonazzo Padova 7, Altotevere Città di Castello-Sansepolcro 7, Revivre Milano 6.

PROSSIMO TURNO
6/1/2015 Ore: 18.00

Energy T.I. Diatec Trentino-Copra Piacenza Diretta Lega Volley Channel; Sir Safety Perugia-Calzedonia Verona Ore 17:30 Diretta RAI Sport 1; Modena Volley-CMC Ravenna Diretta Lega Volley Channel; Cucine Lube Banca Marche Treia-Top Volley Latina Diretta Lega Volley Channel

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Calzedonia è una meraviglia contro Treia: i Campioni d'Italia battuti al Palaolimpia

VeronaSera è in caricamento