Sabato, 16 Ottobre 2021
Sport Stadio / Via San Marco

Quanto sei bella Calzedonia! Con Piacenza arriva la vittoria e il terzo posto in solitaria

Un'altra grande partita dei ragazzi guidati da Andrea Giani consente loro di guadagnare altri tre punti e di staccare, almeno momentaneamente la Lube in classifica. Mvp del match il palleggiatore Coscione

La Calzedonia Verona continua senza soste nella sua striscia positiva conquistando una vittoria da tre punti anche contro la Copra Piacenza con il risultato di 3 a 1 (25-21, 25-27, 25-19, 25-22) e si gode una notte al terzo posto in solitaria.
I padroni di casa, davanti a quasi 3300 spettatori, si esprimono su alti livelli soprattutto in attacco con un 60% finale e tre bocche da fuoco a tratti infermabili: Gasparini e Deroo 20 punti assieme a Sander 17. Anzani è ancora il giocatore top a muro (5) mentre Coscione è votato MVP dell’incontro, giocatore in grado di giostrare al meglio i propri attaccanti; nel terzo set la Calzedonia è infermabile con un ottimo 80% in attacco.
Giani manda in campo con Coscione in cabina di regia, Gasparini opposto, Anzani e Zingel al centro, Sander e Deroo schiacciatori e Pesaresi libero; Piacenza risponde con Tavares – Poey, Ostapenko ed Alletti al centro, Zlatanov e Massari schiacciatori con Mario Jr libero.

E’ un inizio di gara subito da break e contro break (da 2 a 0 a 2 a 2). Gasparini guida i suoi con due attacchi consecutivi e un ace e il pubblico del PalaOlimpia esulta (8-4). Piacenza torna a forzare in battuta e diminuisce la distanza tra le due squadra, portandosi sul 14 a 13. La Calzedonia non si fa sorprendere e alza nuovamente il proprio muro; Deroo mette a terra il 18 a 14 poi Poey interrompe il break. I ragazzi di Andrea Giani, ingranano la quinta: Deroo firma un ace e Verona vola verso la vittoria del primo parziale per 25 a 21.

I gialloblù iniziano alla grande anche il secondo set. Poey schiaccia fuori per l’8 a 4 in favore della Calzedonia e subito dopo arriva l’out di Ostapenko. Radici è costretto al time out e la Copra Recupera fino alla parità, firmata da Zlatanov sull’11 a 11, con un break di 4 a 0. La gara torna equilibrata con le due squadre che si esprimono con buone percentuali in attacco; l’ace di Tavares porta gli ospiti per la prima volta in vantaggio (16-17) poi Sander non chiude in attacco ed Alletti schiaccia il 18 a 20. Giani inserisce White per Gasparini, poi Ostapenko conquista l’ace del 18 a 21. Zingel mura Zlatanov dopo un’azione infinita e riaccende le speranze della Calzedonia sul 21 a 22; Gasparini in attacco e con un ace pareggia sul 23 a 23 poi il video check inverte il ventiquattresimo punto, assegnato a Verona per invasione a muro dei piacentini. Piacenza conquista la prima pala set sul 25 a 26, poi Sander schiaccia fuori e si chiude sul 25 a 27.

Calzedonia determinata ad inizio terzo set e subito 3 a 0. La Copra prova il recupero ma dal 6 a 5 la Calzedonia vola sull’11 a 5 con Deroo in battuta e al time out tecnico Verona è avanti di sei lunghezze. Anzani, con un muro su Zlatanov, conferma il vantaggio dei gialloblù che continuano ad esprimersi con buona qualità nei vari fondamentali. Sander, con una pipe, strappa applausi agli oltre 3200 presenti e firma il 19 a 13 poi mette giù anche il 21 a 14 e successivamente Coscione mura Massari per il 22 a 14. Verona è padrona del campo e si chiude con l’ace di Sander sul 25 a 19 con i gialloblù che nel parziale attaccano con un ottimo 80%.

Anzani, a muro, apre il quarto set ma è Piacenza a conquistare il primo break di vantaggio (5-7). La Calzedonia, prontamente, pareggia con due muri consecutivi di Anzani e i gialloblù passano a condurre per 8 a 7. Con il turno al servizio di Zingel il break non finisce qui poi il muro di Coscione proietta la Calzedonia sul 10 a 7. Radici inserisce Ter Horst per Poey e il set si accende con una fase di continui ribaltamenti nel punteggio. Sul 15 a 14 i ragazzi di Giani provano ad allungare con Sander (16-14) poi Deroo schiaccia di prima intenzione il 21 a 18 e successivamente mette a terra il 23 a 20. Zingel schiaccia sui tre metri la veloce del 24 a 21. Sul 25 a 22 finale, il PalaOlimpia esplode di entusiasmo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quanto sei bella Calzedonia! Con Piacenza arriva la vittoria e il terzo posto in solitaria

VeronaSera è in caricamento