rotate-mobile
Sport Stadio / Piazzale Atleti Azzurri D'Italia

Calzedonia, niente riscatto. A Molfetta, sconfitta 3-0. Comincia l'era Grbic

Il nuovo allenatore comincerà a lavorare con la squadra da domani: "Sono consapevole della situazione complicata ma penso che i giocatori abbiano grandi qualità e possono fare meglio di così"

Con De Cecco in panchina al posto del dimissionario Giani dopo la brutta eliminazione in Coppa Italia contro Sora e con Nikola Grbic che da oggi, 19 dicembre, prende il timone della squadra, la Calzedonia Verona non ha trovato riscatto e punti in Puglia, ieri 18 dicembre, sul campo del Molfetta. All'andata era finita 3 a 0 per Baranowicz e compagni, e in casa gialloblu c’era tutta la voglia di tornare sulle rive dell’Adige con il bottino pieno in tasca. Il risultato finale è stato sempre di 3 a 0, ma a spuntarla è stata Molfetta, che in un Palapoli caldissimo e tutto esaurito, ha ritrovato il suo top scores Giulio Sabbi.

Primo set che inizia con molto equilibrio. Le due squadre procedono a braccetto fino al primo break di Molfetta (4-2). Parziale che prosegue in un Palapoli dal tifo assordante e in grado di trascinare la squadra di Gulinelli avanti di più quattro (20-16). Calzedonia risponde e si avvicina, grazie anche al turno in battuta del capitano Baranowicz che con un ace mette pressione a Molfetta. Ace, poco dopo, anche per Sabbi che punta Lecat e allunga nuovamente su Verona (23-19). Fine set da brividi con Calzedonia che si rifà sotto grazie al buon servizio di Paolucci, ma nulla da fare, termina 25 a 23 per i pugliesi.

Secondo set con Molfetta che mantiene lo stesso atteggiamento avuto sul finale del parziale precedente, arrivando anche a più quattro (17-13). Distacco che aumenta (22-17) e, nonostante la pressione finale della Calzedonia, set che termina 25 a 22 per il pugliesi.

Terzo set con Verona che tira fuori gli artigli e l’orgoglio, partendo forte. Dopo pochi scambi è avanti di quattro punti (2-6). La squadra ospita allunga grazie anche a un Mitar Djuric che sale in cattedra (5-10). Calzedonia con il passare dei minuti si spegne e, complice un problema tecnico al video check che non permette a De Cecco di fare la chiamata su un pallone di forte dubbio, Molfetta, prima pareggia (17-17) e poi va al sorpasso (19-17). Finale concitato, Molfetta mette in campo qualcosa in più e termina 27 a 25.

Exprivia Molfetta - Calzedonia Verona: 3 - 0 (25-23, 25-22, 27-25)

Exprivia Molfetta: Jao Rafael 15, Thianguino, Polo 4, Leite 4, Olteanu 11, Sabbi 20; (L) De Pendis, Jimenez, Partenio, Del Vecchio, Porcelli, Hendriks, Cormio, Vitelli. All Gulinelli.

Calzedonia Verona: Kovacevic 16, Baranowicz 5, Zingel 5, Anzani 6, Lecat 1, Djuric 18; Giovi (L), Paolucci, Ferreira, Randazzo 1, Frigo, Mengozzi, Stern. All. De Cecco.

Arbitri: Cipolla, Puecher.

Spettatori: 1818.

Durata set: (0.27, 0.27, 0.38).

MVP: Giulio Sabbi.

E proprio questa mattina la società BluVolley Verona ha reso noto l’ingaggio del nuovo allenatore Nikola Grbic dando a lui il benvenuto in città e augurandogli un buon lavoro per il proseguo della stagione. Il coach della nazionale serba sarà a Verona a partire da domani, martedì 20 dicembre, e terrà il suo primo allenamento con la squadra. "Sono consapevole della situazione complicata in cui si trova adesso la squadra - ha detto Grbic - ma penso che ha dei giocatori con delle grandi qualità che possono fare meglio di così. Ci vorrà tanta umiltà e lavoro da parte di tutti. Ovviamente, ho accettato questo incarico perché credo che ci sia la possibilità di fare bene".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calzedonia, niente riscatto. A Molfetta, sconfitta 3-0. Comincia l'era Grbic

VeronaSera è in caricamento