Hellas Verona, due giovani colpi in canna: in arrivo portiere e difensore

La società ha confermato che l'estremo difensore croato Ivor Pandur sta svolgendo le visite mediche a Negrar. Ed oltre a lui dalla Svizzera dovrebbe arrivare anche Kevin Ruegg

Ivor Pandur (Foto sito hellasverona.it)

Visite mediche di rito questa mattina, 28 agosto, a Negrar per il portiere croato Ivor Pandur. Il giocatore, classe 2000, potrebbe essere il secondo rinforzo dell'Hellas Verona dopo il difensore Mert Çetin, già ufficializzato. Per Pandur, invece, manca ancora l'ufficializzazione ma l'affare sembra davvero concluso. I gialloblu avrebbero così trovato un vice al portiere titolare che resterà Marco Silvestri. Ivor Pandur è cresciuto nelle giovanili della squadra della sua città, Rijeka, debuttando nella scorsa stagione tra i professionisti e giocando complessivamente 24 partite (23 i gol subiti e 10 le gare senza gol subiti).
Ed oltre a quello di Pandur, sembra essere ormai definito anche l'acquisto di Kevin Ruegg, terzino destro 22enne proveniente dallo Zurigo, squadra in cui ha collezionato più di 60 presenze.
Hellas Verona e Fiorentina, invece, starebbero ancora trattando per il trasferimento di Marco Benassi. Il giocatore sembra gradire un approdo sulle sponde dell'Adige, resterebbe dunque da convincere il club viola.
Si complica, invece, il ritorno di Matteo Pessina all'Hellas. Il giocatore è tornato all'Atalanta alla fine del prestito e su di lui pare si sia fiondato il Milan. Più facile, invece, il ritorno di Luca Marrone al Crotone. Il difensore potrebbe quindi salutare definitivamente il club gialloblu per accasarsi in Calabria. E sempre in uscita pare che il Napoli si sia fatto avanti per prendere il gialloblu Faraoni, un interessamento cautelativo nel caso in cui il club partenopeo non riuscisse a confermare Hysaj.

Infine, ci sono novità anche a livello societario. Ieri, l'Hellas Verona ha comunicato l'interruzione consensuale del rapporto professionale con il dirigente Francesco Barresi. «Ringrazio Francesco per aver lavorato per l'Hellas Verona con dedizione e professionalità e gli auguro un futuro ricco di soddisfazioni per il prosieguo della sua carriera dirigenziale», ha sottolineato il presidente Maurizio Setti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Covid-19, in Veneto 107 decessi in 24 ore. 27 tra Verona e provincia

  • Bozza Dpcm: coprifuoco Natale e Capodanno (rafforzato), sì pranzi ristorante in zona gialla

  • Un hotel extra lusso nel cuore di Verona al posto degli ex uffici Unicredit

  • Il Veneto resta zona gialla, ora è ufficiale. Presidente Zaia: «Non abbassiamo la guardia»

Torna su
VeronaSera è in caricamento