rotate-mobile
Calcio

Virtus, l'amichevole con la Reggiana ha chiuso la stagione: festeggiato Marchi per l'addio al calcio

I rossoblù di Fresco, dopo il test match di Montorio, hanno concluso l'annata con l'incontro organizzato con gli emiliani. Al termine della gara, l'esperto attaccante è stato celebrato da compagni e dirigenti di entrambe le squadre per l'ultima presenza in campo da giocatore professionista

Dopo l'amichevole giocata a Montorio, la Virtus è scesa in campo con la Reggiana al Gavagnin Nocini per l'ultima uscita della stagione.

L'incontro, disputato a porte chiuse, è terminato con un pareggio a porte inviolate, anche se la gara è stata vivace e ricca di occasioni da entrambe le parti. A compendio del pomeriggio, fuori programma finale con Mattia Marchi festeggiato da compagni e dirigenti sia della Virtus che della Reggiana, sua ex squadra, per l'ultima presenza in campo da professionista. La carriera dell'esperto attaccante si chiude così con il bilancio di 333 partite ufficiali disputate e 80 reti realizzate, tra cui tre fondamentali in maglia rossoblù nel corso della stagione 2021/22.

Una scelta, quella dell'addio al calcio giocato, spiegata così dallo stesso Marchi a Teletricolore: «In settimana ho preso questa decisione, un po' sofferta e dolorosa perché non si è mai pronti, ma era da tempo che soffrivo quindi ho deciso così. Ho un problema fisico che non mi permette di allenarmi come vorrei e giocare come vorrei: me lo porto dietro da un po' di tempo e già quando ero a Reggio forse lo si era capito. Sono contento di avere dato sempre il massimo e sono contento di aver lasciato qualcosa come uomo ai compagni e soprattutto che loro abbiano lasciato qualcosa a me. Chiudere in bellezza con la Reggiana come regalo del destino? Sì, il destino ha voluto che fosse cosi. Sono felicissimo per questa festa a sorpresa di cui non sapevo nulla».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Virtus, l'amichevole con la Reggiana ha chiuso la stagione: festeggiato Marchi per l'addio al calcio

VeronaSera è in caricamento