Martedì, 19 Ottobre 2021
Calcio

Verona Women, ko con la Fiorentina. Federico Setti: «Le ragazze mettono tutto in campo, hanno lo spirito Hellas»

Il Presidente gialloblù, figlio del patron Maurizio: «Siamo orgogliosi del quarto anno in Serie A e speriamo di proseguire così. Il movimento del calcio femminile sta crescendo, noi ci crediamo e abbiamo fiducia per il futuro»

L'Hellas Verona Women, reduce dalla sconfitta con la Fiorentina, ha bisogno di risultati per risalire dal penultimo posto in classifica.

Ugualmente soddisfatto della prestazione il Presidente Federico Setti, presente al campo di Vigasio, che ha parlato così al termine dell'incontro valido per la 6^ giornata del campionato di Serie A femminile:

«Risultato a parte, squadra con spirito Hellas? Sì, le ragazze hanno dato tutto, è stata una partita equilibrata fino alla sfortunata rete del 1-2. Sapevamo di affrontare oggi un avversario forte, sono orgoglioso di come la squadra ha comunque disputato questi novanta minuti. Quarto anno consecutivo in Serie A? Siamo molto orgogliosi di questo traguardo e speriamo di proseguire così. Il movimento del calcio femminile sta crescendo molto in questi ultimi anni, noi ci crediamo e abbiamo fiducia per il futuro».

Sulla stessa linea l'allenatore gialloblù, Matteo Pachera:

«Oggi affrontavamo una squadra importante della quale conoscevamo il valore. Non è terminata col risultato sperato, nonostante si fosse messa bene per noi nel primo tempo. Un peccato perché anche oggi le ragazze hanno dato tutto. Ripartiamo da qui e pensiamo subito alla prossima gara. Su cosa lavorare ancora? Sicuramente sulla testa che è il fattore principale. Le ragazze dopo questa gara saranno dispiaciute, non hanno mai mollato fino alla fine. Quello che conta purtroppo è il risultato, ma bisogna ripartire pensando subito al prossimo impegno fiduciosi».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona Women, ko con la Fiorentina. Federico Setti: «Le ragazze mettono tutto in campo, hanno lo spirito Hellas»

VeronaSera è in caricamento