rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Calcio

Venezia - Hellas Verona, le probabili formazioni | Casale titolare, in attacco chance per Lasagna?

Derby veneto allo stadio 'Penzo': mister Tudor cerca i tre punti, e per farlo lavora sulla continuità di formazione, seppur con qualche ritocco. Sull'altro fronte il tecnico Zanetti ragiona sui recuperi, studiando la strategia migliore per arginare il ritmo e l'aggressività dei gialloblù

Dopo ben diciannove anni, torna il derby veneto in Serie A tra Venezia e Hellas Verona.

Domani, domenica 5 dicembre, alle ore 15 andrà in scena una sfida molto sentita allo stadio 'Penzo'. In laguna gli arancioneroverdi daranno battaglia ai gialloblù, nel tentativo di conquistare punti preziosi in ottica salvezza. La squadra di Tudor, d'altra parte, vuole tornare a macinare dopo la sconfitta esterna con la Sampdoria e il pareggio casalingo col Cagliari. Per farlo il tecnico croato avrà bisogno di cambiare di nuovo interpreti nel suo scacchiere, di modo da avere in campo forze fresce per tentare di strappare la vittoria in trasferta.

I PRECEDENTI - L'Hellas è imbattuto contro il Venezia in Serie A: i gialloblù hanno, infatti, ottenuto tre successi e un pareggio nelle quattro sfide nella massima serie fin qui disputate. Nell'imminente partita, le due squadre si affronteranno nel massimo campionato per la prima volta dal gennaio 2002.

QUI VENEZIA - Zanetti è consapevole dell'importanza della partita, e conosce la tipologia di avversario, che fa del ritmo e dell'aggressività le sue armi migliori. In casa dei lagunari recuperato a pieno Ebuehi, Okereke e Vacca quasi del tutto. Nonostante cio, in attacco dovrebbe essere comunque confermato Henry a completare il tridente con Aramu e Johnsen, anche se quest'ultimo non è al meglio della condizione. Sulla destra della difesa ancora Mazzocchi, mentre Caldara e Haps restano insidiati rispettivamente da Svoboda e Molinaro. Indisponibili Sigurdsson e Maenpaa, in dubbio Modolo e squalificato Ampadu.

QUI HELLAS VERONA - In mediana è lotta a tre per due maglie tra Ilic, Veloso e Tameze, ruotati molto nelle ultime uscite. Sulle fasce straordinari per Faraoni e Lazovic, mentre in difesa è possibile il rilancio di Casale per completare la retroguardia con Günter e Dawidowicz, scelta che farebbe slittare in panchina Ceccherini. Davanti Caprari e Barak intoccabili, mentre Simeone è in ballottaggio con Lasagna, che potrebbe eventualmente essere una soluzione anche a gara in corso. Ai box Kalinic, Hongla e Frabotta. Così il tecnico Igor Tudor nella conferenza stampa della vigilia: «La gara contro il Venezia? Ci attende una gara difficile, il Venezia è molto ben preparato e organizzato, specie a livello difensivo. Se hanno 15 punti non è un caso, è una squadra seria che sa sfruttare bene le proprie doti e studiare le avversarie con efficacia. Giocano con la giusta spensieratezza e hanno elementi importanti con ottime caratteristiche sia di qualità che quantità, noi dovremo essere tosti e bravi a non sbagliare niente, sfruttando ciò che l'avversario ci concederà. La formazione? Giocherà come sempre chi sta meglio, mi aspetto una bella gara da parte nostra, dovremo essere al 100%. Il momento del Verona? Le stagioni sono fatte di periodi diversi, contro il Cagliari la squadra ha fatto passi in avanti rispetto alla gara contro la Samp e avrebbe meritato di vincere, ma ci sono anche gli avversari e col passare del tempo le gare diventano sempre più complesse. Le squadre giocano sempre di più, col passare dei mesi, sulle caratteristiche dell'avversario. La nostra bravura deve essere quella di dare sempre il massimo, a prescindere dalle dinamiche della gara. Dawidowicz? Per noi è molto importante, siamo fortunati ad averlo, ha caratteristiche importanti anche a livello mentale. È un titolare della Nazionale polacca e sta diventando un leader dello spogliatoio, dà a tutti voglia di vincere e non mollare mai. Lasagna? Sta bene, quindi sicuramente lo vedremo in campo in queste settimane. Tutti i quattro cambi effettuati contro il Cagliari, lui compreso, sono entrati molto bene, e questo è molto importante, spesso chi subentra può essere decisivo».

ARBITRO - Alessandro Prontera di Bologna

Le probabili formazioni

VENEZIA (4-3-3): Romero; Mazzocchi, Caldara, Ceccaroni, Haps; Crnigoj, Vacca, Busio; Aramu, Henry, Johnsen.

VERONA (3-4-2-1): Montipò; Casale, Günter, Dawidowicz; Faraoni, Tameze, Veloso, Lazovic; Caprari, Barak; Simeone.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venezia - Hellas Verona, le probabili formazioni | Casale titolare, in attacco chance per Lasagna?

VeronaSera è in caricamento