rotate-mobile
Calcio

Hellas-Torino, Juric per la prima volta a Verona da ex: «Un piacere tornare dove sono stato bene»

Il tecnico croato, al Bentegodi da avversario: «La scelta di lasciare? In quel momento mi sentivo così. Ho vissuto due anni intensi, ci ho messo tanto cuore e avevo bisogno di cambiare. Guardando indietro, è stato bellissimo costruire tutto quello che abbiamo costruito. Lo spirito c'è ancora, Tudor ha continuato e aggiunto»

Ivan Juric, tecnico del Torino, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della partita contro l'Hellas, squadra a cui è stato legato nelle scorse due stagioni.

Sarà senz'altro una serata speciale per l'allenatore croato, che tornerà al Bentegodi per la prima volta da avversario il biennio positivo alla guida dei gialloblù. Ecco le sue dichiarazioni:

«Prima da ex a Verona? È un piacere ritrovare giocatori e ambiente, tutte le persone con cui ho lavorato e una piazza dove mi sono trovato più che bene. Sono stato molto felice lì. Se rifarei la scelta di lasciare l'Hellas? In quel momento mi sentivo così. Ho vissuto due anni intensi, ci ho messo tanto cuore e arrivi ad un punto in cui hai bisogno di cambiare. Guardando indietro, è stato bellissimo costruire tutto quello che abbiamo costruito. Riconosco ancora lo spirito del Verona, nelle idee e nello scegliere i giocatori. Sono molto soddisfatto di quello che ho visto, Tudor ha continuato e aggiunto. E sono felice di cosa si è creato a Verona. Rapporto con Vagnati? Non avrò mai rapporti come D'Amico, siamo persone che la vedono allo stesso modo ed è un'amicizia molto forte. Con Vagnati si discute, ma qui sono dinamiche un po' diverse: è tutto diverso, ma con Vagnati vado d'accordo e non ho problemi con lui».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hellas-Torino, Juric per la prima volta a Verona da ex: «Un piacere tornare dove sono stato bene»

VeronaSera è in caricamento