rotate-mobile
Calcio

Sassuolo - Hellas Verona, le probabili formazioni | Berardi e Ilic squalificati

L'attaccante azzurro e il centrocampista serbo fermati per un turno dal Giudice Sportivo. Parecchi indisponibili da entrambe le parti: Dionisi è alle prese con diversi infortuni, mentre nello spogliatoio di Tudor non è ancora rientrata del tutto l'emergenza Covid. Tra i gialloblù pronti a riprendersi il posto da titolare Tameze e Barak, per i neroverdi prende quota l'opzione offensiva Defrel-Raspadori alle spalle di Scamacca

L'Hellas Verona prova a rialzarsi subito dopo l'amara sconfitta contro la Salernitana, e per farlo dovrà farsi valere al meglio contro un Sassuolo attualmente in forma.

I gialloblù vogliono assolutamente tornare ai tre punti già nella difficile sfida di Reggio Emilia, ma i neroverdi puntano invece a replicare il bel successo esterno ottenuto sull'Empoli. Entrambe le formazioni saranno orfane di un giocatore per squalifica: Domenico Berardi e Ivan Ilic, infatti, sono stati stoppati per un turno dal Giudice Sportivo. Oltre a questo, ci saranno diversi elementi indisponibili tra infortuni e Covid. Per l'attacco, Dionisi potrebbe scegliere Defrel in coppia con Raspadori a supporto di Scamacca. Tudor, invece, ripresenterà Tameze in mediana, con Barak che scalpita per riavere il posto sulla trequarti. La gara è in programma domani, domenica 16 gennaio, alle ore 12.30 al 'Mapei Stadium'.

I PRECEDENTI - Il Sassuolo ha vinto cinque degli ultimi sei confronti di Serie A contro l'Hellas (un pareggio completa il bilancio) e negli ultimi quattro incroci ha sempre segnato almeno due gol. Nelle sei sfide di massimo campionato al 'Mapei Stadium' tra Sassuolo e Verona, si registrano tre vittorie per i neroverdi (tra cui l'ultima lo scorso marzo per 3-2), due successi gialloblù e un solo pareggio.

QUI SASSUOLO - Il tecnico neroverde Dionisi, nella conferenza stampa della vigilia, ha parlato anche dell'avversario: «Il Verona ha un'identità ben chiara da anni e la sta portando in avanti nonostante un cambio di allenatore e di pochi giocatori. Domani sarà una gara molto difficile e mi viene da pensare alla sfida col Torino in casa, dove non ci siamo espressi ai nostri livelli. L'Hellas gioca d'attacco, qualitativamente ha elementi importanti. Nei terminali offensivi ha giocatori che stanno dimostrando le loro qualità. È difficile da affrontare perché giocano uomo su uomo ed è una squadra che sta facendo molto bene». Per quanto riguarda le assenze, ci saranno diversi indisponibili: Berardi (squalificato), Romagna, Djuricic, Matheus Henrique, Magnanelli, Obiang, Peluso (positivo al Covid) ed infine Traore (Coppa d'Africa). In campo si rivedranno dall'inizio Frattesi a centrocampo e Scamacca nel ruolo di prima punta. Defrel potrebbe essere lanciato con Raspadori sulla trequarti, mentre resta vivo il ballottaggio al centro della difesa tra Chiriches e Ayhan. 

QUI HELLAS VERONA - Mister Tudor ha la priorità di rifarsi dopo la delusione rimediata contro la Salernitana. La formazione non dovrebbe subire molte modifiche, considerando anche la persistente situazione di contagi nello spogliatoio gialloblù. Gli attuali guariti dal virus sono Cancellieri, Ragusa, Magnani (verso la Sampdoria) e Çetin (ceduto in prestito al Kayserispor), ma nessuno di questi dovrebbe essere impiegato dal 1' minuto. Con Montipò e Faraoni ancora positivi, l'unico cambio certo è in mediana: Tameze è pronto a riprendersi il posto, complice la squalifica di Ilic. Contro il Sassuolo, inoltre, potrebbe tornare titolare l'ormai recuperato Barak, dopo le panchine iniziali delle ultime uscite. Così il tecnico croato in conferenza stampa: «Che sfida ci aspetta? Sarà una gara difficile, ma in settimana abbiamo lavorato molto bene. Andiamo a Reggio Emilia con le nostre qualità e caratteristiche, restando sempre noi stessi. Vogliamo fare un bel girone di ritorno, abbiamo grande motivazione e vogliamo arrivare alla salvezza il prima possibile. Il Sassuolo è una società seria che lavora bene ormai da diversi anni, hanno un'impronta di gioco chiara e giovani forti. Sarà una bella sfida tra due modi diversi di interpretare il calcio. A che punto del percorso è la squadra? Sono felice della mia squadra e di come stiamo lavorando. L'obiettivo è la salvezza, abbiamo fatto tanti punti lottando per questo traguardo. Anche il girone di ritorno è iniziato bene, con una grande vittoria a La Spezia e una prestazione comunque significativa contro la Salernitana. Il risultato ci lascia un po' di amaro in bocca, ma avremmo meritato di più. Ora possiamo solo continuare a cercare di migliorare: nel calcio non puoi mai fermarti. Simeone? Togliendo i rigori, che lui non ha calciato, è stato il miglior realizzatore del girone di andata: ha fatto qualcosa di strepitoso fin qui. Ora deve continuare a non accontentarsi, perché può darci ancora molto. Barak? È in crescita e può darci una grossa mano, ne gestiremo il minutaggio nelle prossime gare. Frabotta? Ha saltato qualche settimana di lavoro a causa della positività al COVID-19, ma sta lavorando per rientrare. Çetin? Ragazzo d'oro e giocatore di valore, non è semplice entrare nelle rotazioni quando i tuoi compagni giocano bene. Gli auguro di fare bene nella nuova esperienza che lo attende. Situazione Covid? Sta migliorando, i numeri dei positivi è in calo, sono guariti Magnani, Cancellieri e Ragusa, oltre a Çetin. Per gli altri dobbiamo attendere altri test specifici».

ARBITRO - Alessandro Prontera di Bologna

Le probabili formazioni

SASSUOLO (4-3-2-1): Consigli; Toljan, Chiriches, Ferrari, Rogério; Frattesi, M. Lopez, Harroui; Defrel, Raspadori; Scamacca.

VERONA (3-4-2-1): Pandur; Casale, Günter, Ceccherini; Depaoli, Tameze, Veloso, Lazovic; Caprari, Barak; Simeone.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sassuolo - Hellas Verona, le probabili formazioni | Berardi e Ilic squalificati

VeronaSera è in caricamento