Calcio

Hellas, senti Simeone: «Ho fiducia nell'idea e nell'identità del Verona. Tudor trasmette entusiasmo ed energia»

L'attaccante gialloblù: «Mi sembra di essere qui da una vita, lavoriamo e pensiamo tutti allo stesso modo. La mia scelta? Mi identificavo nella filosofia di gioco e nella determinazione a non mollare mai»

«Mi sono preparato tantissimo per questa stagione. Ho tanta fiducia in me stesso e nella mia squadra. Ho fiducia nell'idea e nell'identità del Verona, in cui mi rispecchio. Mi sembra di essere qui da una vita. Lavoriamo e pensiamo tutti allo stesso modo».

Così Giovanni Simeone, attaccante del Verona, nell'intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport.

«La scelta di venire all'Hellas? Mi ha chiamato il direttore D'Amico e mi ha fatto capire quanto mi volevano. Secondo lui in questo gruppo potevo entrarci perfettamente. E aveva ragione, anche perché la prima cosa che gli ho detto è che, appunto, mi identificavo tanto nella loro filosofia di gioco, e nella determinazione della squadra a non mollare mai. Questo mi ha aiutato a scegliere. L'anno scorso a Cagliari non sono stato certo al mio livello. E subito dopo la fine del campionato mi son dato una regola: fare tutti gli allenamenti e poi tutte le partite sempre al massimo. Oltre al lavoro, studio e faccio meditazione. Tudor è un allenatore di grande personalità e con tantissima voglia di tramettere entusiasmo ed energia. Ci è riuscito in pieno con me e con tutta la squadra. Che aveva bisogno di essere motivata. Giocare insieme a Kalinic? Per me sì. Possiamo aiutarci a vicenda. Obiettivo personale superare il record di 14 reti? Al di là dei gol, è continuare a essere me, anche nelle difficoltà: giocando bene o male, ma sempre sul pezzo».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hellas, senti Simeone: «Ho fiducia nell'idea e nell'identità del Verona. Tudor trasmette entusiasmo ed energia»

VeronaSera è in caricamento