rotate-mobile
Calcio

Hellas Verona - Lazio 4-1 | Questa volta niente ribaltoni: i gialloblù dettano legge con il poker di Simeone

Al Bentegodi fa tutto l'attaccante argentino, che segna addirittura quattro reti. Dopo il bis del primo tempo, nella ripresa spaventa Immobile sulla papera di Montipò. Ma poi ci pensa il centravanti ex Cagliari a chiudere definitivamente i conti, siglando una quaterna memorabile

Che giornata per l'Hellas, e che giornata per Simeone.

I ragazzi di Tudor trovano una grande vittoria contro la Lazio al Bentegodi, di fronte al proprio pubblico, riscattandosi dalla sconfitta del Meazza subita in rimonta dal Milan. Questa volta niente scivoloni nella ripresa, anche se più di uno spavento c'è stato.

Ad aprire la gara proprio il centravanti argentino, che riesce a finalizzare dopo una serie di occasioni create dalla squadra scaligera. Il raddoppio non tarda ad arrivare, con l'attaccante che segna un eurogol dal limite dell'area. Il parziale si chiude sul 2 a 0, come a San Siro. Lo spettro del ribaltone è in agguato, e infatti la formazione di casa si fa subito infilare a inizio ripresa. Immobile scappa in profondità, accorciando le distanze: Montipò ci mette del suo, colpevole di essersi lasciato sfuggire un tiro non particolarmente insidioso. I gialloblù stavolta però non mollano, e continuano a premere sull'acceleratore. Caprari inventa per la seconda volta, e il Cholito risponde presente: gol molto simile al primo, gol che permette di dare una certa tranquillità. Gli uomini di Sarri mancano nella reazione sul finale, e allora c'è spazio anche per il poker: di testa, su cross di Faraoni, il Cholito chiude la contesa.

Il Verona prosegue la sua marcia verso la salvezza, facendolo in modo sempre più convincente. Ora tocca alla trasferta di Udine nel turno infrasettimanale, mentre tra sei giorni è in programma l'altro big match casalingo contro la Juventus.

Il tabellino

HELLAS VERONA - LAZIO 4-1
Reti: 30' pt, 36' pt, 17', 47' st Simeone, 1' st Immobile

HELLAS VERONA (3-4-2-1): Montipò; Dawidowicz, Günter (dal 24' st Sutalo), Casale (dal 44' pt Ceccherini); Faraoni, Veloso (dal 24' st Tameze), Ilic (dal 35' st Hongla), Lazovic (dal 35' st Magnani); Barak, Caprari; Simeone
A disposizione: Pandur, Berardi, Kalinic, Lasagna, Cancellieri, Rüegg, Bessa
Allenatore: Igor Tudor

LAZIO (4-3-3): Reina; Marusic, Patric, Radu, Hysaj (dal 11' st Lazzari); Milinkovic-Savic, Leiva (dal 18' st Cataldi), Akpa-Akpro (dal 11' st Luis Alberto); Anderson, Immobile, Pedro (dal 26' st Moro)
A disposizione: Strakosha, Adamonis, Escalante, Romero, Vavro, Floriani, Basic, Muriqi
Allenatore: Maurizio Sarri

Arbitro: Marco Piccinini (Sez. AIA di Forlì)
Assistenti: Tolfo (Sez. AIA di Pordenone), Vono (Sez. AIA di Soverato)

NOTEAmmoniti: Veloso, Patric, Ceccherini

La cronaca

PRIMO TEMPO - Lazio molto alta e aggressiva in avvio: pressing ultraoffensivo della squadra di Sarri.

4'. Prima occasione per l'Hellas. Simeone si invola sulla corsia di destra, mettendo al centro un rasoterra insidioso. Caprari devia col tacco senza trovare di poco lo specchio della porta.

8'. Immobile va a contatto in area con Casale, ma il fallo lo commette l'attaccante. Calcio di punizione a favore dei gialloblù.

9'. Milinkovic Savic si infila diretto verso le parti di Montipò, pronto a ricevere un lancio profondo. Miguel Veloso lo atterra al limite dell'area e viene ammonito.

12'. Palla gol importante per il Verona. Caprari scappa a fondo campo, crossando in direzione del dischetto del rigore. Da lì arriva Ilic a rimorchio, ma il centrocampista spara alto da buona posizione.

13'. Ancora scatenato Caprari, che rientra sul destro e tira in porta. Conclusione ribattuta dalla difesa ospite.

16'. Barak si rende pericoloso su una punizione calciata in mezzo da Caprari, colpendo di testa verso l'incrocio dei pali. Bravo Reina a smanacciare via.

20'. Azione corale dell'Hellas, che libera Faraoni sulla fascia destra. L'esterno crossa alto al centro, dove arriva come un treno Ilic sul primo palo. Il mediano serbo incorna bene, ma non inquadra lo specchio.

23'. Altra ghiotta opportunità per i gialloblù. Barak si inserisce in area senza palla, ricevendola su un cross partito dalla sinistra. Il trequartista ceco impatta al volo col piattone, ma non centra la rete.

26'. Ancora Barak vicino al gol. L'ex Udinese sguscia in area, trovando lo spiraglio per calciare col destro. Altro intervento decisivo di Reina.

30'. Gol del Verona! Filtrante al bacio di Caprari, che vede Simeone entrare in area centralmente. A tu-per-tu l'attaccante argentino non sbaglia.

32'. Di nuovo in avanti l'Hellas, con Simeone che prova a ricambiare il favore a Caprari. Cross al centro del Cholito, ma il trequartista romano si coordina male e calcia il pallone in Curva.

36'. Raddoppio dell'Hellas! Meraviglia di Simeone, che dal limite lascia partire un destro di controbalzo irresistibile. Doppietta per il Cholito.

40'. Prova a reagire la Lazio affacciandosi in attacco con Felipe Anderson: niente da fare, para facile Montipò.

41'. Immobile tenta di dare la scossa per accorciare le distanze. Nell'uno contro uno con Casale, lascia partire un tiro che termina però alto.

44'. Cartellino giallo per Patric, entrato in modo falloso su Caprari.

45'. Cambio obbligato per i gialloblù: esce Casale per un problema fisico, al suo posto entra Ceccherini.

47'. Fine primo tempo: la squadra di Tudor conduce 2 a 0 sulla formazione della Capitale.

SECONDO TEMPO - Si riparte al Bentegodi. Niente cambi per le due formazioni.

46'. Gol della Lazio. Alla prima azione, Immobile punisce la difesa gialloblù. Montipò non trattiene la conclusione dell'attaccante, che accorcia le distanze a inizio ripresa.

51'. L'Hellas prova ad allungare ancora con Simeone, che pasticcia al momento del tiro. Sul capovolgimento di fronte Felipe Anderson si fa tutto il campo, sfiorando per un soffio la rete del pari.

56'. Ammonito Akpa Akpro, che abbatte Simeone. Il centrocampista viene sostituito, lasciando spazio a Luis Alberto. Dentro anche Lazzari per Hysaj.

57'. Sulla stessa punizione riceve Günter dalla parte opposta, preciso nel mettere al volo verso il centro. Milinkovic Savic devia la sfera dalla parte sbagliata, rischiando l'autogol.

62'. Tris gialloblù! Tripletta di Simeone. L'attaccante argentino, servito ancora una volta in profondità da Caprari, infila in diagonale Reina.

67'. Cartellino giallo per Ceccherini, che trattiene Lazzari dopo essersi fatto superare.

68'. Doppia sostituzione per l'Hellas. Escono Veloso e Günter, entrano Tameze e Sutalo.

72'. Traversa della Lazio con Milinkovic Savic, sfortunato di testa a non trovare il gol.

73'. Miracolo di Montipò, che si riscatta dall'errore. L'estremo difensore bravo a neutralizzare con riflesso l'incornata di Patric.

74'. Altro intervento decisivo di Montipò, attento sulla botta da fuori di Luis Alberto: il portiere respinge prontamente con i pugni il potente destro del fantasista spagnolo.

79'. Spinge ancora il Verona, pericoloso con un lampo di Lazovic. L'esterno riceve palla sulla sinistra, rientrando sul destro e lasciando partire una staffilata pericolosa. Tuffo di Reina che ci arriva con la mano di richiamo.

80'. Doppio cambio per la squadra di Tudor: Hongla e Magnani prelevano Ilic e Lazovic.

83'. Giocata sopraffina di Tameze, che apre sulla destra per Faraoni. Il cross dell'esterno sbatte sulla difesa biancoceleste, che si rifugia in corner.

84'. Sul calcio d'angolo Dawidowicz colpisce male, lasciando partire un sinistro sbilenco da posizione ravvicinata.

90'. Occasione della Lazio, sulla quale è provvidenziale Montipò. Tameze non intercetta il filtrante, lasciando il pallone nella disponibilità di Lazzari. Il laterale calcia centralmente, ma l'estremo difensore si fa trovare pronto e ben piazzato.

92'. Poker del Verona! Ancora a segno Simeone. Giornata da ricordare per il centravanti, che di testa firma la quaterna sulla pennellata di Faraoni.

96'. Finisce qui: l'Hellas batte la Lazio 4-1, godendosi i quattro gol siglati dal Cholito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hellas Verona - Lazio 4-1 | Questa volta niente ribaltoni: i gialloblù dettano legge con il poker di Simeone

VeronaSera è in caricamento