rotate-mobile
Calcio

Hellas Verona, Caprari: «Gruppo fantastico, Tudor ci lascia liberi di inventare. Empoli? Sfida importante»

Il fantasista gialloblù, all'antivigilia del posticipo di campionato: «Non credevo di ingranare così presto, ma quando sono arrivato ero convinto di poter far bene. Qui c'è una certa mentalità di lavoro e giocatori di qualità. Nazionale? Sogno di tornarci»

Gianluca Caprari, fantasista dell'Hellas Verona, è stato intervistato da La Gazzetta dello Sport a pochi giorni di distanza dal posticipo contro l'Empoli.

Queste le principali dichiarazioni dell'ex Samp e Benevento, che in maglia gialloblù ha collezionato sin qui dieci presenze, arricchite da tre gol e quattro assist:

«Non credevo di ingranare così presto, ma quando sono arrivato ero convinto di poter far bene e in più ho trovato un gruppo fantastico, che esalta le mie caratteristiche. Sta andando tutto per il verso giusto. Poi qui al Verona, senza fare paragoni con altre squadre, c'è una mentalità di lavoro importante, diversa. E un gruppo di ragazzi con tanta qualità. Per dire, non credevo che Veloso, Barak, Faraoni, Ilic fossero così forti. E ne dimentico di sicuro qualcuno. Con questo mix qualità-lavoro i risultati in campo si vedono. Forse sono nel mio momento migliore ed essere arrivato in questa società è perfetto per sfruttarlo. E poi c'è Tudor: mi ha dato due-tre concetti chiave basilari. E in attacco ci lascia liberi di inventare. Questo aiuta. La Nazionale? Tornarci è il mio sogno. La partita di lunedì contro l’Empoli? Sarà una sfida importante. Gara difficile, è buona squadra, gioca bene. Ma se facciamo le cose che sappiamo, abbiamo buone possibilità di vincere. A fine stagione poi vedremo se ci meritiamo il titolo di rivelazione».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hellas Verona, Caprari: «Gruppo fantastico, Tudor ci lascia liberi di inventare. Empoli? Sfida importante»

VeronaSera è in caricamento