rotate-mobile
Calcio

Hellas, il grande escluso azzurro Caprari: «Dispiace per l'Italia, ma io penso al Verona: ci sono nuovi traguardi da raggiungere»

Il fantasista gialloblù, che non ha mai smesso di cullare il sogno della Nazionale: «Restare fuori per il secondo Mondiale di fila fa male, è girato tutto storto. Tudor? È un martello, non ti molla un attimo»

Gianluca Caprari, fulcro creativo dell'Hellas, sta vivendo una stagione brillante con numeri importanti.

A livello realizzativo si tratta della migliore annata della carriera, con 10 gol e 7 assist nel campionato di Serie A. Più volte ha espresso di conservare il sogno azzurro nel cassetto, ma il ct Mancini non ha mai preso in considerazione la sua convocazione, nemmeno per la partita di semifinale play-off persa contro la Macedonia del Nord. Il fantasista gialloblù ha rilasciato una lunga intervista al Corriere di Verona, nella quale ha toccato anche l'argomento della disfatta della nostra Nazionale:

«Ho visto la partita dell'Italia, il dispiacere è grande. Restare fuori per il secondo Mondiale di fila fa male, è girato tutto storto. Non doveva andare così. Ora un nuovo ciclo azzurro, magari con me? È brutto parlarne adesso, dopo quello che è accaduto. Non mi sembra giusto farlo. Intanto penso al Verona ed al finale di campionato. La rete a cui sono più legato? Quella al Bologna, di tacco, perché realizzata con un gesto istintivo e bello. È uno di quei colpi che immagini sempre di fare. I miei idoli da ragazzino? Del Piero e Totti. Inimitabili. Cosa mi ha insegnato il Tudor allenatore? È un martello, non ti molla un attimo. Giorno per giorno, chiede ed ottiene di più. Mi ha fatto crescere tanto. Dopo la salvezza, quali sono gli obiettivi? Ci sono nuovi traguardi da cogliere. I 51 punti che per l’Hellas sarebbero un primato, la conferma nella colonna sinistra della classifica. E dopo ci aspettano partite con avversari di vertice: Inter, Milan, Atalanta, Lazio. Cominciamo dal Genoa».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hellas, il grande escluso azzurro Caprari: «Dispiace per l'Italia, ma io penso al Verona: ci sono nuovi traguardi da raggiungere»

VeronaSera è in caricamento