Calcio

Bessa, quel contropiede cinquanta metri palla al piede. Un ritorno al gol che sa di liberazione

Il centrocampista italo-brasiliano in rete nel poker siglato contro lo Spezia: una ripartenza solitaria finalizzata dal limite dell'area. Non segnava da Verona-Milan del dicembre 2017: da allora sono passati 1386 giorni

Daniel Bessa torna al gol.

Lo fa nel poker contro lo Spezia, una sfida salvezza cruciale per la squadra di Tudor.

Lo fa, soprattutto, 1386 giorni dopo l'ultima volta. Allora era il Verona-Milan del 17 dicembre 2017, match valido per la 17^ giornata del campionato di Serie A 2017/18. Un'annata da dimenticare per i gialloblù, capitolata con la retrocessione in B. Uno spettro che si aggirava con forza anche all'inizio di questa stagione, considerando i primi tre ko nelle prime tre uscite. Ora, però, la formazione scaligera si è decisamente rialzata, guidata con carattere dal suo nuovo condottiero croato.

L'ultimo 4 a 0 al Bentegodi è una liberazione per tutti. Anche per lo stesso Bessa, rientrato dopo il prestito al Goiàs, inizialmente indietro nelle gerarchie. Cinquanta metri palla al piede, la finalizzazione di un contropiede solitario dal sapore speciale. Segnale forte e chiaro: Daniel fa sapere di esserci, pronto anche lui a (ri)dare il suo contributo alla causa Hellas.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bessa, quel contropiede cinquanta metri palla al piede. Un ritorno al gol che sa di liberazione

VeronaSera è in caricamento