rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Sport

Hellas trionfa nel derby veneto col Cittadella e torna al secondo posto

Dopo la brutta sconfitta rimediata la settimana scorsa contro la Nocerina,il Verona domina per 90 minuti e affonda il Cittadella per la prima volta al Bentegodi.

Dopo la brutta sconfitta rimediata la settimana scorsa contro la Nocerina, lHellas Verona di Mandorlini torna subito, perentoriamente alla vittoria travolgendo il Cittadella. Questo ennesimo derby veneto ha fatto vedere la differenza tra le due compagini, soprattutto dal punto di vista della freschezza atletica e della fame di successi. Dopo questa vittoria gli scaligeri ritornano al secondo posto della classifica dietro al Torino.
Per la gara col Cittadella, imbattuto in casa, Mandorlini schiera dal primo minuto Pugliese e Berrettoni. Foscarini risponde con un 4-3-3 caratterizzato dalla presenza nel reparto avanzato di Di  Roberto, Di Nardo e Di Carmine.
 
Già da subito si capisce che aria tira. Al quarto d'ora la squadra scaligera passa in vantaggio: corner di Hallfredsson, Tachtsidis recupera la sfera e si gira ai sedici metri battendo Cordaz. Gli ospiti cercano la risposta immediata con Busellato, ma Rafael non si fa trovare impreparato e respinge sopra la traversa. Al 22esimo minuto altra occasione da gol con Berrettoni che riceve in diagonale dalla parte opposta e conclude di destro dai venti metri, ma Cordaz stavolta riesce a bloccare. Alla mezzora i gialloblù trovano il raddoppio con Gomez Taleb, ccon un tiro di sinistro da dentro l'area di rigore indirizzata verso il palo lontano.
 
All'inizio del secondo tempo il Cittadella cerca di imporre il suo ritmo per recuperare. Corner insidioso di Di Roberto al 48esimo, Rafael allontana coi pugni. Al 52esimo discesa di Berrettoni, abile a servire Ferrari a tu per tu con Cordaz, l'attaccante trentino si vede respingere il destro da pochi passi. Al 56esimo minuto discesa palla al piede di Gomez Taleb  letteralmente abbattuto dalla difesa granata, prodezza di Ferrari che insacca sotto l'incrocio dei pali ma l'arbitro aveva fischiato il fallo. Sugli sviluppi della punizione proprio l'argentino riceve palla e con un diagonale mancino trafigge nuovamente Cordaz all'altezza dei sedici metri.

I padovani reagiscono di orgoglio e riescono ad accorciare le distanze al 72esimo con Marchesan, il cui tiro trova una deviazione e finisce in rete. A tempo scaduto colpo di testa di Di Nardo porta il risultato sul 3 a 2. Ma ormai non c'è più niente da fare per gli ospiti. Stasera il cielo è gialloblù.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hellas trionfa nel derby veneto col Cittadella e torna al secondo posto

VeronaSera è in caricamento