Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Sport Stadio / Piazzale Olimpia

Chievo, Campedelli arrabbiato e deluso si aggrappa ad un ultimo ricorso

Il presidente gialloblù attende l'ennesima sentenza del Consiglio di Stato sull'esclusione del club dai campionati professionistici e non per inadempienze tributarie

Mentre l'ex capitano e bandiera gialloblù Sergio Pellissier ha creato una nuova società, la Fc Chievo 1929, per far ripartire il Chievo Verona, Luca Campedelli si aggrappa ancora all'ennesimo ricorso per tenere in piedi un club che per inadempienze tributarie è stato escluso da tutti i campionati di calcio, professionistici e non.

In un'intervista concessa a Repubblica, Campedelli ha descritto con amarezza ciò che sta vivendo in questi giorni. Ha dichiarato che l'iscrizione del Chievo al campionato di Serie B è stata respinta dalla Figc per degli arretrati nei pagamenti dell'Iva. Arretrati che il presidente gialloblù ha intenzione di saldare a rate, una possibilità che gli è stata concessa. Per Campedelli, dunque, non ci sarebbe stata nessuna violazione delle regole. La sua speranza, dunque, è che giovedì 26 agosto il Consiglio di Stato ribalti le sentenze che finora hanno sempre dato ragione alla Figc.
Sul bilancio, il presidente Campedelli ha dichiarato che il Chievo è una delle società messe meglio in Europa. Ha citato il miliardo di debiti del Barcellona ed ha anche aggiunto che l'Inter ha pagato in ritardo gli stipendi ai suoi atleti freschi campioni d'Italia. Il presidente ha dichiarato di aver pagato i suoi atleti fino a maggio, poi a giugno sono iniziati i problemi ed ora il Chievo Verona si ritrova senza calciatori perché tutti, anche quelli della Primavera, hanno sfruttato l'opportunità offerta dalla Figc di svincolarsi gratuitamente dal club della Diga.
Poca pare sia stata anche la solidarietà manifestata a Luca Campedelli dagli altri presidenti del mondo del calcio. E anche con Pellissier, i contatti sembrano azzerati, anche se Campedelli si è detto pronto a discutere con chi è seriamente intenzionato a rilevare il club. Ma di proposte serie, al momento, non ne sono arrivate.
Luca Campedelli ha chiuso l'intervista parlando delle sue emozioni. La prima è la rabbia verso la Figc, che non avrebbe usato lo stesso metro di giudizio nel valutare casi simili e non sarebbe stata neanche del tutto trasparente. E poi la delusione per l'intero mondo del calcio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chievo, Campedelli arrabbiato e deluso si aggrappa ad un ultimo ricorso

VeronaSera è in caricamento