rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Sport

Cagliari - Hellas Verona 0-2 | Barak e Lasagna firmano il colpo in Sardegna

Con una rete ad inizio ripresa ed una a recupero oramai superato, la formazione di Juric torna alla vittoria dopo tre sconfitte consecutive e taglia il traguardo dei 40 punti

Dopo tre sconfitte consecutive, l'Hellas Verona è tornato alla vittoria nella ventinovesima giornata di Serie A e lo ha fatto alla Sardegna Arena, battendo il Cagliari per 2-0. 

Entrambe le formazioni sono partite subito molto aggressive, ma nei primi dieci minuti sono stati i padroni di casa ad aver inziato nel migliore dei modi, cercando di mettere alle corde i gialloblu con il pressing, ma senza creare veri pericoli. Partita con Dimarco sulla linea dei difensori, la formazione di Juric ci ha messo qualche minuto per ingranare, reclamando già al 5' un calcio di rigore per un contatto tra Zaccagni e Zappa. Gli ospiti sono poi riusciti ad impostare il proprio giro palla eludendo il pressing e provando ad allargare le maglie avversarie: meno fluida si è rivelata però la manovra sulle fasce, nonostante le continue sovrapposizioni di Dimarco, con Veloso che si abbassava per prendere la sfera ed impostare. Proprio il regista portoghese all'11 ha impegnato Cragno con una una punizione dal limite, mentre Lasagna al 23' ha sparato alto da buona posizione: nel mezzo il tiro da fuori di Joao Pedro respinto da Silvestri. Queste le due principali occasioni create dall'Hellas nei primi 45 minuti di un match piuttosto bloccato, mentre il Cagliari ha cercato spesso di appoggiarsi su Cerri messo però in grande difficoltà da Lovato: uno dei duelli uno contro uno, cui di solito la formazione di Juric costringe gli avversari. 
Anche i sardi però, dopo una fase centrale che li ha visti soffrire un po', sono tornati a farsi sotto ottenendo una bella occasione al 37', con Lykogiannis che ha calciato sopra la traversa una debole respinta della retroguardia ospite su cross di Nandez, fino a quel momento ben tenuto da Dimarco. 
Superiore nel gioco ma non nelle occasioni, l'Hellas ha dunque dovuto accontentarsi di andare al riposo in parità. 

Iniziata senza cambi, la ripresa ha visto i gialloblu partire con l'idea di impadronirsi del campo, con un Cagliari apparso in difficoltà nel costruire ma che ci ha provato con il secondo bel cross di Nandez, questa volta in ripartenza, sul quale non è arrivato Joao Pedro. 
Ma la mole di gioco degli ospiti ha trovato la sua concretizzazione poco dopo, quando la palla è stata fatta circolare sulla sinistra per poi tornare sui piedi di Veloso, che ha appoggiato al limite per Barak, il quale ha trovato lo spazio per liberare il mancino e metterla vicino all'angolino basso. Ferita nell'orgoglio la squadra di Semplici ha reagito subito, costringendo l'undici di Juric a serrare i ranghi. Al 61' la tripla occasione con il diagonale di Lykogiannis respinto da Silvestri: la sfera poi è finita a Cerri che ha trovato l'opposizione di Lazovic ed infine Zappa ha messo a lato dal limite. Cinque minuti dopo invece il neo entrato Simeone ha colto un clamoroso palo in spaccata, su splendido servizio di Duncan. 
Il Verona ha provato ad alzare nuovamente il baricentro per tenere lontani gli avversari dalla propria porta, pagando però alla lunga un po' di stanchezza, ma cercando di rispondere agli attacchi. Numerosi i cambi di fronte in questa fase, con la formazione sarda apparsa più decisa nella ricerca della rete e sempre più a trazione anteriore grazie ai cambi di Semplici. Non si è fatta però trovare impreparata la retroguardia del Verona, che è stata anche graziata da Marin e Pavoletti, mentre Juric si è fatto scappare qualche parola di troppo dall'arbitro Doveri, che l'ha allontanato poco prima del novantesimo. 
Nel finale gli assalti dei sardi non hanno portato all'esito sperato dall'allenatore rossoblu, mentre dall'altra parte Cragno ha dovuto deviare sul palo la conclusione ravvicinata di Salcedo e a recupero ormai scaduto è dovuto capitolare ancora, questa volta a causa di Lasagna, che lanciato da Bessa ha attraversato tutta la metà campo da solo per poi concludere con il sinistro. 

41 punti e sorpasso all'ottavo posto sul Sassuolo (che ha una partita in meno) per l'Hellas Verona, che con 19 lunghezze di vantaggio sul terz'ultimo posto occupato proprio dal Cagliari, a 9 giornate dal termine, può dire di aver raggiunto l'obiettivo salvezza. 
Per oltre metà gara è stata una buona prestazione per i ragazzi di Juric, che hanno concesso molto poco agli avversari e fatto la partita, arrivando però al tiro in poche occasioni. Quando sono calati fisicamente, dopo il gol del vantaggio iniziale, gli scaligeri hanno invece faticato a tenere gli avversari lontani dalla porta, rischiando di incassare il pareggio in due/tre occasioni. 
L'Hellas Verona ora è chiamato alla prossima sfida domenica prossima alle ore 15, quando incontrerà la Lazio al Bentegodi. 

Il tabellino

CAGLIARI - HELLAS VERONA 0-2

MARCATORI: Barak (HV) al 54', Lasagna (HV) al 98'. 

CAGLIARI (3-5-2): Cragno; Rugani, Godin, Klavan (dal 62' Pereiro); Zappa, Nandez (dal 71' Marin), Duncan (dall'82' Pavoletti), Naingollan, Lykogiannis (dal 62' Asamoah); Cerri (dal 62' Simeone), Joao Pedro. 
A DISPOSIZIONE: Aresti, Vicario, Deiola, Calabresi, Walukiewicz, Carboni. ALLENATORE: Leonardo Semplici.

HELLAS VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Ceccherini, Lovato (dal 78' Magnani), Dimarco; Faraoni, Tamèze (dal 56' Sturaro), Veloso, Lazovi?; Baràk (dal 67' Bessa), Zaccagni (dal 78' Salcedo); Lasagna.
A DISPOSIZIONE: Berardi, Pandur, Udogie, Ili?, Rüegg, Amione, Colley. ALLENATORE: Ivan Juri?.

ARBITRO: Daniele Doveri (Sez. AIA Roma 1). 

AMMONITI: Lovato, Klavan, Sturaro, Lazovic. 

ESPULSI: Juric (HV) all'89'.

La cronaca

PRIMO TEMPO - Grande intensità da parte di entrambe le squadre nelle primissime battute. 
4'. I padroni di casa cercano subito di mettere pressione. 
5'. Contatto Zaccagni-Zappa in area: Doveri lascia correre. Sul ribaltamento di fronte, ammonito Lovato per un fallo su Cerri. 
10'. Sempre molta intensità in campo, con il Verona che inizia trovare qualche pertugio per manovrare. 
11'. Cragno respinge una punizione ben battuta da Veloso. 
15'. Buon momenti per i gialloblu, che però sbattono contro la difesa sarda e non riescono ad andare al tiro. 
18'. Nainggolan ruba palla a Tameze e serve al limite Joao Pedro, ma il suo destro viene messo in corner da Silvestri. 
23'. Palla in mezzo di Dimarco, Barak fa velo per Lasagna che prova il sinistro: di poco alto e sfuma una grande occasione. 
25'. Prova a salire ancora l'Hellas: Zaccagni s'infila tra due uomini e viene steso. Ammonito Klavan.
28'. Spingono i gialloblu. Serie di tocchi al limite e in area, ma il tiro di Faraoni viene respinto. 
35'. Fase di grande equilibrio. Il Cagliari torna ad affacciarsi nella metà campo avversaria.
37'. Cross di Nandez e velo di Cerri, la difesa scaligera allontana in malo modo e Lykogiannis spara alto da ottima posizione. 
44'. Prova a sfondare il Verona, sfruttando anche le sovrapposizioni di Dimarco, ma il Cagliari chiude. 
46'. Debole colpo di testa di Rugani, blocca Silvestri.

SECONDO TEMPO - Nessun cambio per entrambe le formazioni. 
49'. Partita spezzettata in questo inizio ripresa e ancora un po' bloccata nonostante la grande aggressività. 
51'. Lovato vince un altro duello con Cerri: anche il Cagliari fatica a rendersi pericoloso. 
53'. Nandez mette in mezzo una bella palla, ma Joao Pedro non ci arriva e Faraoni mette in angolo. 
54'. Giro palla del Verona: Veloso scarica al limite su Barak, che col mancino batte Cragno
56'. Reazione d'orgoglio del Cagliari, ma gli scaligeri chiudono la porta. 
61'. Lazovic respinge il tiro a botta sicura di Cerri, poi Zappa mette fuori: buona occasione per i sardi. Prima era stato Silvestri a salvare su Lykogiannis.
65'. Gran palla di Duncan per Simeone in area, che coglie il palo in spaccata. Buon momento per i padroni di casa, che creano pericoli alla porta di Silvestri. 
66'. Termina a lato il diagonale destro di Lasagna. 
71'. Tiro centrale di Lazovic. Dopo alcuni minuti di difficoltà, l'Hellas prova a rifarsi sotto. 
73'. Zingarata in area di Zaccagni, che cerca poi Bessa ma salva Zappa.
79'. Joao Pedro anticipa tutti sull'assist di Simeone, ma calcio alto. Numerosi cambi di fronte in questa fase. 
80'. Marin, servito in area da Joao Pedro, si libera e prova il destro, che non va lontano dal primo palo. 
83'. Sturaro anticipa Pereiro in area sugli sviluppi di un corner. 
84'. Tiro a giro alto di Pavoletti. Soffre il Verona in questo finale. 
88'. Verona pericoloso con un'azione insistita, ma non arriva al tiro. Ammonito poi Sturaro per un intervento su Joao Pedro. 
89'. Qualche parola di troppo e Doveri espelle Juric. 
90'. Silvestri blocca il colpo di testa non irresistibile di Pereiro. 
93'. Girata alta di Pavoletti. 
94'. Ammonito Lazovic e ultimi assalti dei sardi. 
95'. Salcedo solo in area calcia e Cragno devìa sul palo. 
98'. Bessa lancia Lasagna con il Cagliari tutto in avanti e solo davanti a Cragno chiude il match

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cagliari - Hellas Verona 0-2 | Barak e Lasagna firmano il colpo in Sardegna

VeronaSera è in caricamento