Bologna - Hellas Verona 4-0 | I gialloblu ci provano ma i felsinei sono spietati

La formazione di Pecchia viene punita eccessivamente al termine di un match che l'ha vista per larghi tratti comandare il gioco e mettere in difficoltà la squadra di casa. Alla fine l'ha spuntata il cinismo e la concretezza dei rossoblu

L’Hellas Verona saluta la Coppa Italia al Quarto turno, dopo essere stato sconfitto allo stadio Dall’Ara dal Bologna con il risultato di 4-0.
La formazione di Fabio Pecchia esce a testa alta dalla Tim Cup, al termine di un match che l’ha vista confrontarsi con una squadra di categoria superiore come il Bologna, che è stato messo in seria difficoltà soprattutto nella prima metà di gara. L’avvio aggressivo dei gialloblu infatti ha creato non pochi problemi agli uomini di Donadoni, che già dopo sette minuti hanno rischiato in due occasioni di andare sotto nel risultato. Maresca e soci hanno avuto spesso in mano il pallino del gioco, manovrando e allargando la difesa avversaria, senza riuscire però ad avere la lucidità necessaria per battere Gomis. Così alla mezzora, dopo aver creato la prima occasione degna di questo nome solo poco prima, i padroni di casa sono passati in vantaggio con un tiro deviato di Di Francesco arrivato su una corta respinta dal corner. Tre minuti dopo poi, Mounier, dimenticato dalla difesa attratta dalla sfera in possesso di Destro, ha regalato la seconda rete a Donadoni con un comodo appoggio. A quel punto il Bologna ha alzato il baricentro abbozzando un pressing alto, mentre gli ospiti hanno continuato con il proprio gioco senza però trovare la strada che conduce alla rete.
Nel ripresa i felsinei si sono dimostrati più propositivi, mentre l’Hellas ha abbassato un po’ i ritmi continuando a cercare un varco per riaprire la gara. Per tutto il secondo tempo entrambe le squadre hanno provato ad impensierire il portiere avversario, con i rossoblu più intraprendenti rispetto ai primi 45 minuti e Pecchia che con due cambi ha schierato un Verona a trazione anteriore, senza però ottenere il risultato sperato. Nel finale poi altri due gol hanno spento definitivamente le velleità degli scaligeri, impegnati nella ricerca del gol della bandiera.

Risultato quindi eccessivamente severo nei confronti del club di via Belgio, con Pecchia che può tornare a Verona con qualche indicazione positiva, soprattutto sul piano della personalità, mentre in difesa qualche movimento è ancora da registrare: entrambi i gol di Munire infatti hanno visto l’attaccante lasciato solo in are dalla difesa gialloblu. Un aspetto sul quale il tecnico dovrà certamente lavorare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nel Veronese le persone "positive" sfiorano le 1800 unità

  • A Verona 5 nuovi morti positivi al coronavirus: crescono a 514 i ricoveri, di cui 103 in intensiva 

  • Tre nuovi morti positivi al coronavirus a Verona: toccata quota 100 ricoveri in intensiva

  • Altri 81 casi positivi al coronavirus nel Veronese, sono saliti a 1.228

  • «Focolaio di Coronavirus nel carcere di Verona: una quindicina di agenti positivi»

  • In Veneto 125 minorenni positivi al coronavirus, 18 sono veronesi

Torna su
VeronaSera è in caricamento