rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Sport

Bologna-Chievo: vince la neve. Ma per i Mussi forse meglio

Scellerata la gestione del campo da parte dei responsabili emilian per i vantaggi non mancano

In Emilia, si sa, si mangia bene, si beve bene e la vita scorre più lenta che in tante altre parti del centronord Italia. E' probabilmente anche per questo che i responsabili dello stadio Dall'Ara non hanno ritenuto di dover mettere qualche telone sul manto erboso per preservarlo dalla neve che ha iniziato a cadere nella mattinata di domenica.

Sarebbe probabilmente bastato per mandare in scena la gara anche se il rischio di vedere una replica di Brescia-Genoa 0-0 sarebbe stato concreto. Il posticipo della partita è fondamentalmente una buona notizia per il Chievo, squadra più tecnica e con alcuni giocatori in condizioni precarie, in primis Pellissier. Però il Chievo così sarà costretto a un tou de force ancora più intenso. Si cercherà di recuperare il match prima della fine dell'anno e i gialloblù domani scendono già in campo per la relatrivamente importante Coppa Italia contro il Novara.


Come dicevamo però, a parte la figuraccia fatta dai bolognesi, il rinvio della partita offre più aspetti vantaggiosi che svantaggiosi. Per quando si potrebbe disputare il match le ambizioni del Bologna potrebbero essere già state frustrate dalla Lega Calcio, in procinto di infliggere una penalizzazione di minimo tre punti per irregolarità amministrative al club emiliano, e i rossoblù potrebbero avere meno mordente in campo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bologna-Chievo: vince la neve. Ma per i Mussi forse meglio

VeronaSera è in caricamento