menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Mister Fabio Grosso durante la conferenza stampa prima della trasferta di Benevento - ph frame video HellasVerona.it

Mister Fabio Grosso durante la conferenza stampa prima della trasferta di Benevento - ph frame video HellasVerona.it

Benevento - Hellas Verona, le probabili formazioni | «Vincere per riavvicinare la gente»

«Vedere uno stadio come il nostro nell'ultima partita è stata una cosa che fa male. - ha detto Grosso - Vogliamo riavvicinare la gente, senza proclami ma con i fatti, facendo risultato»

Si riparte dalle "streghe" di Benevento per scacciare i fantasmi. L'Hellas Verona guidato da mister Grosso dovrà affrontare domenica sera alle 21 una sfida molto delicata contro i campani, distanti solo due lunghezze in classifica. 

QUI BENEVENTO - I padroni di casa stanno attraversando un buon momento, reduci dal pareggio esterno a reti inviolate contro la capolista Palermo in campionato e dal passaggio del turno in Coppa Italia contro il Cittadella. Così si è espresso quest'oggi in conferenza stampa mister Bucchi: «Quella di domani sarà una gara difficile, come spesso accade potrebbe venire decisa da un episodio. Noi dovremo cercare di proseguire sulla strada intrapresa finora, dobbiamo cercare la continuità contro tutti gli avversari, nella gare più complesse come in quelle meno, a cominciare da quella di domani che sarà tutt'alto che facile». Situazione dell'infermeria complicata in casa Benevento, ma il tecnico giallorosso non ha voluto cercare alibi: «Alcune valutazioni, come quella su Letizia, abbiamo scelto di posticiparla a domani e quindi valuteremo in prossimità della gara come gestirlo. Costa, Del Pinto e Nocerino sono a disposizione, ma appena rientrati. Anche Improta è disponibile e si è allenato, non ci sarà sicuramente Viola per via del problema alla caviglia, così come anche Tuia e Bukata. Quello che non dovrà mancare domani sarà piuttosto lo spirito di sacrificio, perché grazie a quello potremo superare tutte le difficoltà, nella gara con il Verona come anche nel nostro prossimo futuro». 

QUI HELLAS VERONA - Clima tutt'altro che semplice invece per quel che riguarda i gialloblu: la visita del presidente Setti durante la rifinitura prima della partenza per Benevento avrà probabilmente caricato la squadra, ma il rapporto con i tifosi resta ancora tutto da ricucire. Mister Grosso nella conferenza stampa di ieri si è comunque dimostrato sereno: «Abbiamo fatto due settimane di lavoro intense, per cercare di cambiare rotta da subito perché il gruppo non è contento dei risultati che stiamo raccogliendo. A rapporto dal Presidente? Ci ha fatto visita, per salutare e sostenere la squadra perché crede in quello che possiamo fare tutti insieme. Con il Benevento uno scontro diretto? Purtroppo la classifica al momento non dice questo, - ha spiegato Grosso - ma sono convinto che andremo ad affrontare una squadra con ottime qualità. Mi auguro che il Verona faccia una bella partita e inizi a risalire»

Per quanto riguarda la formazione Grosso ha confermato che «Dawidowicz dovrebbe giocare ancora dietro, per il resto abbiamo tante soluzioni». Se n'era già parlato in settimana del "caso Calvano", e per la gara di domenica il giocatore non è stato nemmeno convocato: «Calvano non sarà convocato, ha avuto dei problemi fisici, ma non sarebbe comunque partito con la squadra: nel nostro gruppo ci sono delle cose da rispettare, i ragazzi sono liberi di sbagliare come tutti, ma lui sa che non mi sono piaciute alcune cose che ha fatto in determinati giorni e che quindi in questa partita non sarebbe stato a disposizione. Lunedì sarà nuovamente con noi». Per l'attacco a spuntarla nel ballottaggio con Pazzini dovrebbe invece essere DI Carmine: «Ho tanti ragazzi bravi in rosa e per forza bisogna fare una scelta. Ovviamente tutte le scelte vengono poi valutate in base al risultato, io so di avere a disposizione degli attaccanti bravi e credo che domenica sarà Di Carmine a iniziare la gara». Inevitabile un commento anche circa il rapporto con i tifosi: «Vedere uno stadio come il nostro nell'ultima partita è stata una cosa rarissima e che fa male. Vogliamo riavvicinare la gente, senza fare proclami ma con i fatti, cioè fare risultato».

ARBITRO: Marco Piccinini della Sezione di Forlì.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento