rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Basket

Tezenis da applausi, Chiusi espugnata 69-78

Ancora una vittoria per la Scaligera che raggiunge quota 9 punti in classifica

La Tezenis Verona trova la quinta vittoria consecutiva. Sul campo dell’Umana Chiusi i gialloblù vincono con il punteggio di 69-78, imponendosi in una gara giocata al termine di un’ennesima settimana di difficoltà. Senza Caroti, Penna, Grant e con qualche problema fisico per Johnson, vomito nel corso del primo quarto, e con rotazioni ridotte per tutta la gara, i ragazzi di coach Ramagli hanno avuto il merito di recuperare lo svantaggio del primo quarto, chiuso sotto di 8 punti. Poi la lunga rincorsa fino al vantaggio arrivato proprio in chiusura del primo tempo. Nel secondo l’allungo, decisivo, con Anderson protagonista con 29 punti totali. Ma è la prestazione di tutto il gruppo a fare la differenza e a conquistare questi due punti che vale il quarto posto in classifica.

Chiusi-Verona, la gara

Coach Ramagli propone Tommasini, Anderson, Rosselli, Johnson e Pini nel quintetto iniziale. E’ di Anderson, dopo oltre 60 secondi di gioco, il primo canestro della partita (0-3). Chiusi pareggia con Musso, poi approfitta delle tre palle perse consecutive dei gialloblù in attacco e con Fratto allunga sul 12-5. Coach Ramagli chiama time out e la Tezenis prova a tornare in scia. Udom riporta i gialloblù sul -5, poi Verona non concretizza due possessi. L’Umana ne approfitta e prova a correre, arrivando alla doppia cifra di vantaggio. Verona prova a scuotersi con la tripla di Udom (20-14) ma il canestro che chiude il primo quarto è dell’Umana (22-14). La Tezenis trova energia dai canestri di Udom e Candussi che in apertura di secondo quarto trovano punti preziosi. Pini mette il canestro del -3 (24-21) ma dall’altra parte del campo risponde Ancellotti. Le due squadre proseguono con equilibrio per la prima metà del quarto ma Verona, con le sue rotazioni ridotte, perde nuovamente terreno fino al 33-25. Anderson mette 5 punti consecutivi, Johnson due liberi e la Tezenis ritorna sotto (35-32). Dalla palla rubata di Tommasini, nasce l’azione che a 1:31 dalla chiusura del primo tempo, riporta definitivamente Verona in scia (35-34). Un tecnico a Musso e uno a Johnson nell’ultimo minuto e sulla sirena arriva il canestro di Anderson con Verona che chiude avanti 36-37.

Anderson e Pini aprono il secondo tempo e Verona vola sul 36-42. La Tezenis trova il primo vantaggio importante del match lavorando bene anche in difesa. Chiusi rimane a zero punti dopo due minuti e mezzo, Anderson mette il 36-44 portando il break sul 7 a 0. E’ proprio l’americano a regalare il massimo vantaggio ai gialloblù, mettendo la tripla del 39-49. La gara si alza di intensità, Chiusi prova a rientrare mentre Verona perde la vena realizzativa. Il break dell’Umana riavvicina le due squadre e con i liberi di Medford torna a -4 (45-49). Verona preme ancora sull’acceleratore e chiude avanti il terzo quarto: 48-57. Anderson e Tommasini infiammano il primo giro di lancette dell’ultimo quarto (51-62). Chiusi mette 4 punti consecutivi e la gara rallenta; rimane la grande intensità difensiva ma il punteggio è inchiodato sul 55-62. Johnson e Pini escono dal match gravati di 5 falli in rapida successione. Anderson torna a muovere il punteggio con un 2 su 2 dalla lunetta (55-64) ma Chiusi continua a dare battaglia. Prova a tornare ancora sotto, con i due liberi di Wilson arriva sul (62-67) e il finale si fa incandescente. L’Umana arriva sul -3 dopo i liberi di Pollone (67-70) a 75 secondi dalla fine. Il tiro dalla lunga distanza di Anderson finisce sul ferro ma il rimbalzo è di Rosselli. Il fallo su Udom vale due liberi ma solamente un punto (67-71). Chi, invece, non sbaglia è Wilson (69-71), poi Anderson si inventa il canestro del 69-73. I due liberi successivi e la tripla di Udom sono il punto esclamativo. Si chiude sul 69-78 (scaligerabasket.it).

Chiusi-Verona, il tabellino

Umana Chiusi – Tezenis Verona 69-78 (22-14, 14-23, 12-20, 21-21)

Umana Chiusi: Lester Medford 16 (2/4, 1/8), Bernardo Musso 15 (2/4, 3/9), Jeremiah Wilson 13 (3/9, 1/3), Andrea Ancellotti 11 (4/5, 1/1), Luca Pollone 8 (1/1, 1/6), Francesco Fratto 6 (3/7, 0/0), Leonardo Biancotto 0 (0/0, 0/2), Lorenzo Raffaelli 0 (0/0, 0/2), Nicola Mei 0 (0/1, 0/4), Martino Criconia 0 (0/0, 0/0)

Tezenis Verona: Karvel Anderson 29 (6/11, 4/10), Liam Udom 17 (4/6, 2/6), Giovanni Pini 10 (5/7, 0/0), Francesco Candussi 8 (2/5, 1/2), Guido Rosselli 6 (1/3, 0/1), Claudio Tommasini 6 (2/3, 0/2), Xavier Johnson 2 (1/3, 0/0), Emmanuel Adobah 0 (0/0, 0/0), Nikola Nonkovic 0 (0/0, 0/0), Sasha mattias Grant 0 (0/0, 0/0), Leonardo Beghini 0 (0/0, 0/0)

Foto scaligerabasket.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tezenis da applausi, Chiusi espugnata 69-78

VeronaSera è in caricamento