Bari - Hellas Verona, le probabili formazioni | Pisano ancora fermo ai box

Il terzino non parteciperà alla trasferta del San Nicola e anche Caracciolo non è nelle migliori condizioni, ma dovrebbe giocare comunque. In attacco, Siligardi probabilmente si accomoderà in panchina per fare spazio a Fares

L'Hellas Verona sfida il Bari, alle 15 del 22 aprile allo stadio San Nicola, nella trentasettesima giornata del campionato di Serie B. 

Quattro punti raccolti nelle ultime cinque partite e una classifica che non soddisfa tifosi e società, nonostante la zona playoff sia lontana solo pochi punti. Non è delle più rosee la situazione del club pugliese, con Colantuono messo sulla graticola e un possibile esonero in vista, in caso di una brutta prestazione contro gli scaligeri. 
Seppur arrivata con una prova poco convincente sotto il profilo del gioco, la vittoria contro il Cittadella ha portato nuova carica nel club di via Belgio, oltre all'aggancio del secondo posto in classifica. Pecchia però non può commettere altri passi falsi se vuole puntare alla promozione diretta e mettere pressione alla capolista Spal. 

QUI BARI - "Quando sono arrivato, il presidente mi ha chiesto di fare un campionato decoroso, con la possibilità di arrivare ai playoff. E siamo ancora in corsa. C'è stata qualche prestazione deludente ma non siamo mai stati messi sotto, spesso i nostri avversari hanno sfruttato gli episodi. Noi siamo stati poco incisivi negli ultimi sedici metri. Bari-Verona? Affrontiamo un'ottima squadra, siamo in un momento di emergenza ma vogliamo fare bene. In questo periodo stanno mancando i nuovi acquisti. Per intoppi fisici, non riescono a far tirare il fiato a chi ha tirato la carretta fin qui. Contro gli scaligeri sarà una gara complicata ma ci faremo trovare pronti, sarà un Bari battagliero. Il morale? Dopo la sconfitte con Spezia e Carpi, ovviamente, non è al top: servirebbero più pacche sulla spalla che schiaffi a questi ragazzi nei momenti difficili". 
Così Stefano Colantuno nella conferenza stampa della vigilia della partita. Il tecnico promette un atteggiamento da coltello fra i denti per la sfida di sabato, ma dovrà rinunciare a  Brienza, Raicevic, Ivan e Floro Flores, con anche Romizi in non perfette condizioni. In difesa Capradossi e Morleo sono in vantaggio su Tonucci e Daprelà, mentre a centrocampo sono in arrivo le conferme di Basha e Salzano, mentre il terzo posto sarà occupato da uno tra Fedele e Martinho. In avanti spazio invece al tridente Maniero, Galano e Parigini.

QUI HELLAS VERONA - "La trasferta di Bari? Mi aspetto una bella partita, stimolante, contro una squadra forte e costruita per vincere il campionato. Noi pensiamo solo al rettangolo di gioco, è lì che si farà la gara, tutto il resto non ci interessa. In casa il Bari non perde da settembre, ha numeri importanti al ‘San Nicola’ e non importa se stanno faticando fuori casa. Ad ogni modo, ogni gara va giocata con voglia e ci vorranno grandissima personalità ed entusiasmo. Dobbiamo aggiungere concretezza, palleggio, entusiasmo, ad ogni partita. Manca sempre meno alla fine, per vincere bisogna crescere continuamente. Guardiamo solo a noi stessi, a fare più punti possibili. Quando saremo a maggio tireremo le somme, 18 punti a disposizione sono tanti. In classifica c’è molto equilibrio, in tutte le zone. La Spal ora ha un margine importante da gestire, per noi non è così, non possiamo fare calcoli. Ogni partita sarà quindi determinante, ma non in maniera definitiva. Per inseguire bisogna correre più veloci degli altri, pensiamo solo a preparare la gara nel migliore dei modi, volendo esaltare le nostre caratteristiche e le nostre qualità, giocando sempre per vincere. Dispiace perdere Franco, sia a livello professionale che umano. Ha avuto una carriera travagliata, ma è sempre tornato e saprà farlo anche stavolta, più forte di prima. L’infermeria? Siamo usciti un po’ malconci dalla gara contro il Cittadella, ma oggi Caracciolo e Bruno Zuculini si sono allenati con la squadra e saranno con noi a Bari. Faccio le mie scelte osservando le condizioni fisiche e psicologiche di tutti i miei calciatori, da qui alla fine ci sarà bisogno di tutti. Sono contento di vedere i miei ragazzi in crescita, una squadra complessivamente in salute. Pisano non è nelle migliori condizioni, è un giocatore da avere al 100%, ha avuto un piccolo risentimento, nulla di grave, penso sarà nuovamente dei nostri quanto prima". 
Pecchia vorrebbe tornare dalla trasferta pugliese con i tre punti in tasca e per conquistarli dovrà rinunciare anche a Eros Pisano, bloccato da un affaticamento muscolare. In difesa le scelte sembrano quasi obbligate, con Caracciolo in dubbio che potrebbe essere sostituito da Boldor. In mezzo al campo, viste anche le condizioni non ottimali di Bruno Zuculini e un Valoti che difficilmente può essere al top della forma, dovrebbero esserci Romulo, Fossati e Bessa. In attacco sembra scontato l'impiego di Pazzini e Luppi, mentre Siligardi dovrebbe partire dalla panchina e mandato in campo Fares dal primo minuto. 

LE PROBABILI FORMAZIONI

BARI (4-3-3): Micai; Sabelli, Capradossi, Moras, Morleo; Fedele, Basha, Salzano; Galano, Maniero, Parigini. ALLENATORE: Stefano Colantuono

HELLAS VERONA (4-3-3): Nicolas; A. Ferrari, Bianchetti, Caracciolo, Souprayen; Romulo, Fossati, Bessa; Luppi, Pazzini, Fares. ALLENATORE: Fabio Pecchia

ARBITRO - Gianluca Maganiello di Pinerolo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Operaio morto sul lavoro a Legnago, assolto rappresentante dell'azienda

  • Persona investita da un'auto, trasportata d'urgenza in ospedale: è grave

  • Omicidio a Verona: ammazza una 51enne e confessa due giorni dopo

  • Braccato dai carabinieri per il tentato omicidio della fidanzata, si dà fuoco

  • Ladri acrobati si arrampicano fino al quinto piano e svaligiano l'appartamento

Torna su
VeronaSera è in caricamento