rotate-mobile
Sport Peschiera del Garda / Piazzale Cesare Betteloni

Bandiera del lago. A Peschiera Carmagnola conferma il suo dominio

Nella sesta tappa del Palio delle Bisse, disputata nel territorio del basso Garda, Arilica barca “amministrativa” è profeta in patria. Nel campionato maschile continua il dominio di Carmagnola. Sabato 23 luglio si correrà a Garda

A Peschiera la sesta tappa del Campionato delle bisse è iniziata con la classica sfilata a terra degli sbandieratori di Zeveto seguiti dagli equipaggi che anno sfilato letteralmente tra due ali di folla, che gremiva la cittadina del basso lago. Nel corso della sfilata in acqua è stato osservato un minuto di silenzio in memoria delle numerose vittime degli ultimi giorni (Puglia, Francia e Turchia), come richiesto direttamente dal CONI,  dopodiché la manifestazione ha preso il via con la gara riservata agli equipaggi femminili.

Il miglior armo tra quelli in gonnella si è confermato quello di Arilica che per l’occasione ha corso tra le mura amiche.
Questa può essere considerata una bissa “amministrativa” non fosse altro perché al secondo remo c’è la sindaca di Peschiera Orietta Gaiulli che gareggia assieme alla collega di giunta, l’assessore alla Cultura Elisa Ciminelli. Completano l’armo Barbara Mattinzioli e Francesca Ficarella.

Arilica ha condotto la gara con grande autorità presentandosi in testa a tutti e tre i giri di boa. Nel finale ha aumentato il ritmo staccando le inseguitrici: Regina Adelaide di Garda, seconda e Tulles di Torri del Benaco, terza. Hanno chiuso gli arrivi, nell’ordine, Sirenetta di Gardone Riviera, Ichtya, l’altra bissa femminile di Peschiera e Angelica di Paratico d’Iseo. Arilica guida la classifica generale con due vittorie. La prima conquistata a Torri l’11 giugno. Mentre il 18 giugno a Sirmione la seconda prova delle donne non si è disputata a causa del maltempo.

Sono scesi in acqua quindi gli equipaggi maschili del Gruppo C. Questa regata è iniziata con un colpo di scena: subito dopo il via si è spezzato il remo del terzo vogatore della Sant’Angela Merici di Desenzano che si è dovuta ritirare. In questa batteria la lotta per il primo posto ha avuto come protagoniste Sebina di Clusane d’Iseo e Foscarina di Gardone Riviera. Alla fine si sono imposti i rematori iseani. Terza piazza per Preonda di Bardolino seguita da Gioia di Gargnano.

Nel Gruppo B ottima regata di Villanella di Gargnano che ha superato Clusanina di 56 centesimi di secondo, stabilendo il miglior tempo assoluto e guadagnato la promozione nel Gruppo A. Gardonese staccata ha chiuso in terza posizione davanti a Aries di Garda. Nella sua scia Paratico, quinta e Ariel di Gardone Riviera sesta.

Nel Gruppo A, quello che comprende i migliori equipaggi che si contendono la Bandiera del Lago, Carmagnola di Clusane d’Iseo ha confermato per la quinta volta consecutiva la sua superiorità. Garda, campione uscente, ha cercato di opporsi in tutti i modi ma non ce l’ha fatta. Impeccabili anche questa volta i vogatori di Carmagnola che hanno girato le boe in maniera perfetta e espresso una fluidità e potenza di remata che ora non ha eguali. Berengario di Torri ha mantenuto per buona parte la seconda posizione ma nel finale è scivolato in quarta dietro a Grifone di Sirmione che è riuscito ad agguantare il terzo gradino del podio. Al quinto e al sesto posto le due bisse di casa: Ariolita e Peschiera.

Sabato prossimo 23 luglio le bisse maschili e femminili torneranno in acqua a Garda, capitale benacense del remo, che ospiterà la settima tappa del campionato 2016.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bandiera del lago. A Peschiera Carmagnola conferma il suo dominio

VeronaSera è in caricamento