menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Facebook: Virtus Verona

Foto Facebook: Virtus Verona

Poco coraggiosa, la Virtus Verona viene beffata dal dischetto allo scadere

Troppo poche le occasioni create dai ragazzi di Fresco sul campo dell'Albinoleffe, nonostante la superiorità numerica arrivata nella ripresa per l'espulsione di Giorgione

Nessuna dichiarazione è stata rilasciata da Gigi Fresco, presidente e allenatore della Virtus Verona, sulla pagina Facebook della società, dopo l'amara sconfitta subita dalla formazione scaligera sul campo dell'Albinoleffe, nella giornata di sabato, che la spedisce all'ultimo posto del girone B di Serie C. 

I virtussini sono stati colpiti nel finale su calcio di rigore allo stadio Atleti Azzurri d'Italia, dopo che Chironi ne aveva già bloccato uno in precedenza e soprattutto dopo essere andati in superiorità numerica per la doppia ammonizione di Giorgione. A chiamare per primi in causa il portiere avversario sono stati i padroni di casa con Sibilli e Romizi, che hanno visto l'estremo difensore respingere entrambe le conclusioni. La replica veronese è arrivata intorno al quarto d'ora con Rossi, servito da una sponda di N'Ze, che ha colto la traversa: la sfera poi è rimbalzata sulla linea prima di essere allontanata. La Virtus però succesivamente ha iniziato ad abbassarsi troppo e Chironi prima è stato costretto a rifugiarsi in angolo dalla botta di Agnello, dopodiché ha visto uscire la conclusione in acrobazia di Kouko, servito da Ruffini. 
La ripresa è iniziata con l'entrata in campo di Ferrara, ma dopo cinque minuti l'arbitro ha indicato il dischetto del rigore per un mani di Rossi in area scaligera: agli undici metri si è presentato allora Kouko, che è stato ipnotizzato da Chironi. Lo stesso portiere ha poi bloccato un nuovo tiro dell'attaccante, mentre Agnello è andato solo vicino all'incrocio dei pali. A quel punto ecco arrivare però l'espulsione di Giorgione, ma neppure in superiorità numerica la Virtus è riuscita a creare pericoli a Coser, nonostante l'entrata in campo di forze fresche come Danieli, Grbac e Momentè. Proprio quest'ultimo ha causato il rigore della beffa allo scadere del recupero con un altro fallo di mano: sul dischetto stavolta è andato Sbaffo, che ha insaccato e regalato la vittoria ai suoi. 

Il tabellino

ALBINOLEFFE: Coser; Sabotic (32' st Gusu), Mondonico, Stefanelli; Gonzi, Agnello, Romizi (40' st Sbaffo), Giorgione, Ruffini (32' st Gelli); Kouko (40' st Colombi), Sibilli (16' st Galeandro). A DISPOSIZIONE: Cortinovis, Athanasiou, Micheli, Ravasio, Coppola, Nichetti. ALLENATORE: Michele Marcolini.

VIRTUS: Chironi; Rossi, N'Ze, Sirignano; Trainotti, Casarotto, Rubbo (30' st Danieli), Lavagnoli; Manarin (36' st Momentè); Grandolfo (1' st Ferrara), Danti (30' st Grbac).
A DISPOSIZIONE: Sibi, Pinton, Santuari, Cattivera, Maccarone, Frinzi, Merci, Fasolo. ALLENATORE: Luigi Fresco.

ARBITRO: Rossetti di Ancona (Trischitta-Tomasello)

MARCATORI: 49' rig Sbaffo

AMMONITI: Sabotic, Giorgione, Trainotti, Mondonico, Momentè.
ESPULSI: Giorgione per doppia ammonizione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento