rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Sport Stadio / Via Luigi Negrelli

La Tezenis si arrende nel finale di gara 1 a Scafati ma la serie è aperta

A metà gara i ragazzi di coach Crespi erano in vantaggio di 10 punti sulla prima classificata del girone Ovest: "Sono molto soddisfatto della prestazione dei miei, solo nei primi 5 minuti del 3° quarto non abbiamo giocato con la giusta energia mentale"

La Tezenis cade 70-68 a Scafati, contro la prima classificata del girone Ovest, in gara 1 degli ottavi di play off. La squadra guidata da coach Crespi ha dimostrato di reggere il confronto con gli avversari, andando all'intervallo in vantaggio di dieci punti (28-38) e giocandosi la sfida fino all'ultimo posssso. Una grande prova difensiva e un Miller da 19 punti fanno pensare quindi che la serie sia tutta da vivere: il prossimo turno ora si giocherà mercoledì al PalaMangano, mentre gara 3 si svolgerà sabato sul parquet del PalaOlimpia.

LA CRONACA - La partita è subito dura, Scafati è avanti 7-4 a metà tempo ma la Tezenis entra negli ultimi quattro minuti coi canestri da sotto di Michelori e Da Ros, che dopo sei minuti ha già due falli. Entra Ricci, suoi i primi tre punti della sua serata per il 10-11 che diventa in un attimo 10-14 col gioco da tre punti di Ian Miller. Scafati si appoggia a Portannese, già a sette punti coi due del 12-14. Michelori alza la voce sotto i tabelloni, Miller piazza una tripla da applausi anche per il pubblico di Scafati. La Tezenis è avanti 12-17 a due minuti dalla prima sirena, Corral fa rifiatare Michelori, Scafati va subito sotto canestro da Simmons che fa 0/2 dalla lunetta, Rice allo scoccare dell’ultimo minuto piazza in sospensione il 13-19 che diventa 13-21 con la schiacciata in solitaria di Miller dopo l’ennesima grande difesa della Tezenis. A 11” è Ammannato a sbagliare il quarto libero del primo quarto di Scafati, la prima sirena del match dice 14-21.

Spizzichini deve sudarsi i primi due punti del secondo periodo (16-21), Rezzano taglia per il 18-22 dopo un libero di Michelori, Mayo a 6’43” segna i tre che assottigliano il vantaggio della Tezenis (21-22) consigliando a coach Crespi di chiamare timeout. Miller toglie l’inerzia dalle mani di Scafati con la tripla frontale dal palleggio del 21-25. Cortese dalla lunetta fa 23-27 a 5’02” dall’intervallo, Michelori difende come un leone sotto il canestro della Tezenis e chiude in un attimo la transizione che lo porta fin sotto l’altro ferro a depositare il 23-29. Segna Spizzichini, segna soprattutto Rice (25-32), Scafati (2/11) continua a non trovare il tiro dalla distanza. Miller mette il primo libero, sbaglia il secondo ma al 17′ la Tezenis è avanti 25-33, la palla entra ed esce sul tiro da tre di Rice ma dall’altra parte Loschi fa solo rete (28-33) quando mancano meno di due minuti. Spanghero dall’angolo da tre fa 28-36 subito dopo la rimessa e 28-38 con due liberi (52”) per il fallo di Portannese. È lo strappo con cui si va al riposo, la Tezenis è avanti di dieci.

Si riparte con il canestro di Mayo e la tripla di Loschi, Scafati in un minuto dimezza il divario ma ci pensa Cortese a restituire alla Tezenis sette punti di vantaggio. Portannese riavvicina Scafati, Michelori fa il terzo fallo, la Givova va spesso in area e da lì trova anche il 37-40 ancora con Portannese. Miller non sbaglia dalla lunetta, Mayo segna un altro canestro da sotto, Portannese pareggia dall’angolo a quota 42, Rice (6’03”) riporta avanti (42-44) la Tezenis in entrata, Miller va fino in fondo sempre dal palleggio per il 42-46. Simmons continua a non vedere il canestro ai liberi (1/6), Corral brucia il tentativo di anticipo di Simmons e schiaccia il 42-48. Segna Simmons ma dalla lunetta continua a prendere solo il ferro, Mayo però a 3’52” da tre fa 47-48 e Simmons (3’20”) schiaccia il sorpasso (49-48). Ricci allo scadere dei 24” mette i due del 49-50, Crow i tre del 52-50 (2’29”), Simmons mette un libero per il 53-50 (1’08”), Corral prende posizione sotto canestro (39”) e fa 53-52, Portannese (24”) non sbaglia i liberi del 55-52. A 4” dalla penultima sirena Miller segna dalla lunetta diciassettesimo e diciottesimo punto della sua serata, Scafati tira allo scadere con Mayo in precario equilibrio. Solo ferro, è 55-54 prima degli ultimi dieci minuti.

Il primo e il secondo punto del quarto quarto sono i due liberi di Rice dopo 121”, Croe (7’43”) riporta avanti Scafati (57-56), Miller sfonda su Ammannato e va in panchina per il quarto fallo quando alla fine mancano sette minuti. Il punteggio parziale è di 2-2, di 5-2 per l’ottava tripla nella stagione di Simmons per il 60-56 e il minuto chiamato da Crespi. Portannese segna (4’48”) il 62-56 del massimo vantaggio per Scafati, ma Cortese con una tripla difficile trova il 62-59. Mancano 4’24”, rientra Miller, Cortese (3’49”) prende i tre liberi per il fallo di Spizzichini sul tentativo da tre. Cortese mette il primo, segna il secondo, sbaglia il terzo. La partita è sul 62-61, Simmons prende il quarto anche di Michelori ma segna (63-61) solo il secondo libero. Bonus esaurito per tutte e due, ultimi tre minuti. Cortese (63-64) uscendo da un blocco sorpassa a 2’39”, Spizzichini taglia (1’38”) per il 65-64 ma Miller sorpassa ancora con un altro numero dei suoi. Fuori Michelori per il quinto fallo, Mayo con due liberi fa 67-66 a 1’16”, Miller s’inventa i due del 67-68. Ultimo minuto. Crow sbaglia il primo libero, mette il secondo. Parità a quota 68, timeout di Crespi. La tripla di Ricci entra ed esce, Mayo prende la stoppata di Rice quando i secondi sul possesso di Scafati sono nove e 20 sul cronometro della partita. Simmons fa 70-68 (15”) sul rimbalzo d’attacco dopo il ferro sulla tripla di Crow. La Tezenis va da Miller, la tripla prende il ferro. Vince Scafati, ma la Tezenis c’è. 

Sono molto soddisfatto della prestazione della mia squadra, solo nei primi cinque minuti del terzo quarto non abbiamo giocato con la giusta energia mentale - ha detto coach Marco Crespi al termine del match -. Per il resto abbiamo disputato una grandissima partita contro chi come Scafati ha meritatamente già vinto un titolo e la stagione regolare. Ci portiamo ora dietro la rabbia per quei cinque minuti ma anche la convinzione di poter competere con una squadra molto brava come Scafati, rientrata mentalmente proprio in quei cinque minuti in cui avremmo dovuto esprimerci diversamente. L’equilibrio della gara? Nel finale Miller non è stato difeso così legalmente, sarebbero bastati due liberi e la partita sarebbe stata diversa. Se cambierò qualcosa? In ogni partita si può cambiare qualcosa, anche un minimo dettaglio può essere importante. L’uscita di Michelori per falli? Non mi piace parlare dell’arbitraggio, ma quando gioco in casa io mi piacerebbe sempre avere l’arbitraggio che ho visto oggi.

GIVOVA SCAFATI - TEZENIS VERONA 70-68 (14-21, 28-38; 55-54)

Parziali: 14-21, 14-17; 27-16, 15-14

GIVOVA SCAFATI: Loschi 6 (20’37”, 2/5 da tre), Portannese 18 (27’22”, 5/8, 2/6, 2/2), Spizzichini 6 (25’46”, 3/3, 0/2, 0/2), Baldassarre 5 (26’15”, 2/6, 1/1 tl), Simmons 14 (30’29”, 4/5, 1/1, 3/11); Mayo 12 (26’51”, 2/6, 2/5, 2/2), Crow 6 (19’22”, 0/1, 1/6, 3/4), Rezzano 2 (13’44”, 1/1, 0/3), Ammannato 1 (9’30”, 1/2 tl). Non entrati: Di Palma, Melillo. Allenatore: Perdichizzi.

TEZENIS VERONA; Rice 9 (32’57”, 2/7, 1/5, 2/2), Miller 19 (29’51”, 5/6, 1/4, 6//), Cortese 12 (25’14”, 1/2, 2/4, 4/5), Da Ros (28’30”, 2/4, 0/1), Michelori 7 (28’16”, 3/5, 1/2 tl); Ricci 8 (12’43”, 1/1, 2/4), Saccaggi (18’16”), Spanghero 5 (13’39”, 1/2 da tre, 2/2), Corral 4 (10’29”, 2/3). Non entrati: Bernardi, Petronio. Allenatore: Crespi.

Arbitri: Noce, Caforio, Pazzaglia.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Tezenis si arrende nel finale di gara 1 a Scafati ma la serie è aperta

VeronaSera è in caricamento