Derby amaro per la Tezenis: a Treviso arriva la terza sconfitta consecutiva

In piena emergenza per le numerose assenze la Scaligera è subito andata sotto, con la De' Longhi che ha toccato anche il +22. I ragazzi di Dalmonte hanno poi cercato la rimonta, toccando il -6, senza riuscire però a portarla a termine

È un derby amaro per la Tezenis, che contro Treviso nella serata di domenica trova la terza sconfitta consecutiva nell'ottava giornata di Serie A2. In piena emergenza per le assenze di Jones e Maganza, e con Nwohuocha fuori uso, la formazione di Dalmonte è stata costretta a rincorrere fin dai primi minuti, andando sotto anche di 22 punti e riuscendo però a reagire fino a toccare il -6. 
Bloccata a metà classifica, la Scaligera ora si prepara ora a sfidare Imola all'Agsm Forum, nella sfida che andrà in scena alle 21 di sabato 25 novembre. 

LA CRONACA - Dalmonte manda in campo un quintetto rivoluzionato con Palermo in cabina di regia, Greene IV guardia, Visconti ala piccola, Ikangi ala forte e Totè centro.
L’impatto di Treviso sul match è trabordante: il 3/4 da due e il 2/2 da tre, portano i padroni di casa avanti 11-2. La Tezenis si affida a Greene IV e alla tripla di Pierich (17-11) per rimanere aggrappata nel punteggio, salvo poi scivolare a -11 a due dalla chiusura del quarto (22-11). Un vantaggio che la De’ Longhi conferma anche sul finale, con Antonutti vero mattatore con 12 punti.
Udom mette 5 punti consecutivi in apertura di secondo quarto (31-21) ma Treviso continua a proporre alte percentuali al tiro e fisicità sotto canestro. Il break dei padroni di casa mette in difficoltà i ragazzi di Dalmonte, costretti a rincorrere di 19 punti (43-24). I gialloblù, prima della sirena, recuperano tre lunghezze (43-27) ma i ragazzi di Pillastrini chiudono comunque con ampio margine.
E’ una Tezenis a fasi alterne quella che apre il terzo quarto. Subito ricuce fino al -10, poi viene rispedita a – 22 ad un giro di lancette dalla fine del quarto. La Tezenis, ancora una volta, prova e cerca la reazione. Amato, in penetrazione, consolida il break di 10 a 0 dei gialloblù che chiudono il quarto sul 64 a 52. Greene IV, al rientro in campo, continua la striscia positiva della Tezenis e Amato piazza due triple che riaprono la partita. Verona arriva a – 6 sul 67-61, costringendo Pillastrini al time out che porta i suoi frutti perché i padroni di casa riconquistano la doppia cifra di vantaggio. La gara si innervosisce, a Dalmonte viene fischiato il secondo tecnico personale della gara e viene espulso. Due palle consecutive perse in attacco regalano spazio a Treviso con Brown che schiaccia il 77 a 61. Si chiude sull’85-72.

(Fonte: Scaligerabasket.it)

DE' LONGHI TREVISO - TEZENIS VERONA 85-72
(24-13, 19-14, 21-25, 21-20)

DE' LONGHI TREVISO: Brown 28, Sabatini 11, De Zardo, Bruttini 2, Bonesso ne, Musso 14, Antonutti 21, Barbante ne, Imbrò 5, Fantinelli 3, Negri 1, Nikolic. Allenatore: Pillastrini

TEZENIS VERONA: Dieng, Greene IV 15, Visconti 5, Amato 15, Guglielmi ne, Oboe ne, Palermo 5, Nwohuocha ne, Udom 16, Ikangi, Totè 5, Pierich 11. Allenatore: Dalmonte

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bozza Dpcm: coprifuoco Natale e Capodanno (rafforzato), sì pranzi ristorante in zona gialla

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Covid-19, in Veneto 107 decessi in 24 ore. 27 tra Verona e provincia

  • Un hotel extra lusso nel cuore di Verona al posto degli ex uffici Unicredit

  • Drammatico scontro fra auto: morto un uomo e un ferito in ospedale

  • Santa Lucia: Verona tra tradizione e leggenda

Torna su
VeronaSera è in caricamento