Martedì, 19 Ottobre 2021
Sport Piazzale Atleti Azzurri d'Italia

Macerata troppo forte: la Marmi Lanza si deve arrendere per 3-0

Con una formazione rimaneggiata per i troppi infortuni, la squadra guidata da Bagnoli ha comunque fatto di tutto per mettere in difficoltà i campioni d'Italia, ma non è stato sufficiente per evitare di tornare a casa a mani vuote

La Marmi Lanza Verona esce sconfitta per 3 a 0 dal Fontescodella di Macerata nella gara disputata contro la Cucine Lube Banca Marche Macerata. Verona, in emergenza per i tanti infortuni, ha provato in tutte le maniere a tenere il campo contro i blasonati campioni d'Italia in carica, ma alla lunga nulla ha potuto e ha dovuto arrendersi per 3 a 0.

Considerando le assenze di Rak, Gotsev e Zingel, Bagnoli ha provato in tutte le maniere a rendere pericolosa la propria squadra, mandando in campo nella formazione titolare Peacock in cabina di regia, Bolla opposto, Ter Horst e Viafara centrali, Fedrizzi e De Marchi schiacciatori. Libero Pesaresi. Moltissimi i cambi durante la partita con Kosmina, ma soprattutto Gavotto e Meoni chiamati in causa a dare forza alla formazione di Verona. Da sottolineare, la presenza in panchina del giovanissimo Matteo Zanini, centrale classe ’94.

PRIMO SET - Il primo set si apre in modo equilibrato con il punto a punto, ma già sul 7-4 la formazione di casa è avanti di tre lunghezze. La Lube Macerata ha fatto il suo ingresso in campo con il piede giusto e si mantiene sempre in vantaggio, non concedendo nulla ai veronesi (8-6); il divario di punteggio si accentua sul 14-9 e la Marmi Lanza viene tenuta a distanza (16-10 e 18-11). La formazione di Bagnoli cede ai Campioni d’Italia e il set si chiude 25-16, con il 59% di attacchi positivi della Lube.

SECONDO SET - Il secondo parziale vede la Marmi Lanza per la prima volta in vantaggio in apertura (1-3), grazie all’attacco di De Marchi. Ma poi i marchigiani Starovic e Stankovic mettono in scena le azioni del sorpasso: Starovic va a segno da posto due, lasciando solo lo spazio all’ace di Stankovic, a muro ostacola il primo tempo di Viafara e mette a segno l’attacco, costringendo Bagnoli a chiamare il time out (5-3). Gavotto dimostra la sua esperienza attaccando sulle mani di Zaytsev che mandano la palla out (11-7). Le imprecisioni della Marmi Lanza costano caro: la battuta di Ter Horst va in rete e De Marchi in diagonale non trova il campo (13-7). E’ lo stesso De Marchi a interrompere la serie favorevole a Macerata, con gli attacchi vincenti del 16-18 e da posto 4 per il 16-9. Poi Fedrizzi in attacco accorcia il divario (18-12) e Ter Horst mette a terra il primo tempo (19-13). Un’altra serie di falli mette in difficoltà i veronesi: Gavotto fa un errore al servizio e commette fallo di seconda linea e Peacock commette fallo in palleggio; il primo tempo di Ter Horst non trova il campo e l’attacco out di Fedrizzi regala il set ball agli avversari, a dieci lunghezze di distacco (24-14). Lo schiacciatore non riesce a mettere giù palla in attacco e consegna il set a Macerata (25-14).

TERZO SET - Il terzo set viene inaugurato dal duello per il punto fra Zaytsev e Ter Horst, che si alternano negli attacchi vincenti. Savani è protagonista in attacco per il 6-4 e successivamente al servizio dove realizza l’ace del 7-4 e con la battuta favorisce Travica che chiude a rete (8-5). A spezzare il ritmo ci sono solo l’attacco vincente di Gavotto (8-6) e il muro di De Marchi su Zaytsev (9-7). Si arriva al 17-10 con una Lube Macerata che in campo dimostra la sua superiorità grazie alle intuizioni dei suoi migliori atleti: due ace di Travica, una pipe e un attacco vincente da prima linea di Zaytsev e il muro di Starovic su Ter Horst. Le imprecisioni in attacco di Pajenk (17-11) e la palla in rete di Starovic (18-13) concedono attimi di respiro ai veronesi, ma poco dopo i biancorossi riprendono in mano il gioco. Si chiude sul 25 a 18.

Anche ieri, a Macerata, la Marmi Lanza Verona è stata seguita da un folto numero di tifosi veronesi. La Maraia Gialloblù, presente con 40 persone, non ha fatto mancare il proprio apporto a Meoni e compagni e nell’occasione è stato rinnovato il gemellaggio con la tifoseria organizzata di casa, Lube nel Cuore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Macerata troppo forte: la Marmi Lanza si deve arrendere per 3-0

VeronaSera è in caricamento