rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Interviste

Verona in prima linea per salvare i feriti di Herat

Nella citt afgana oggi la posa della prima pietra della futura centrale delle ambulanze della citt

Autorità locali, responsabili della Cooperazione italiana e i vertici del Gruppo di ricostruzione provinciale (Prt) italiano hanno partecipato a Herat (in Afghanistan) alla cerimonia di posa della prima pietra dell’edificio che ospiterà la futura centrale delle ambulanze della città.

L’opera, la seconda di questo genere realizzata in Afghanistan dopo quella già in funzione a Kabul, è stata progettata dalla Cooperazione Italiana e verrà realizzata in collaborazione con il Prt guidato attualmente dal colonnello Paolo Pomella. Il suo costo è di circa 800mila euro. All’iniziativa partecipano inoltre per la parte di consulenza tecnica l’ospedale San Raffaele di Milano e il Centro ambulanze di Verona.

Una volta completate le opere di costruzione, la Cooperazione italiana provvederà all’equipaggiamento della struttura, compreso l’acquisto di cinque ambulanze, e alla formazione del personale. Verranno inoltre sostenuti anche i costi di gestione per il primo anno di funzionamento della centrale. Il Centro, che risponderà al numero 102 e sarà operativo giorno e notte, avrà sede alle spalle dell’ospedale regionale di Herat, in un edificio dedicato con parcheggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona in prima linea per salvare i feriti di Herat

VeronaSera è in caricamento