rotate-mobile
Interviste

Verifiche dopo il terremoto due le scuole danneggiate

L'assessore: "Casi gravi alle Rosani di via Santini e all materne Alessandri di Parona"

Scuole chiuse in via precauzionale. E tecnici al lavoro per avere un quadro completo della sicurezza degli edifici. Sono in essere da questa mattina la verifica da parte degli operatori comunali di tutti gli istituti che ospitano le 180 scuole della città per avere un quadro completo dei danni causati dai movimenti sismici di ieri e dell'altra notte. Al lavoro i responsabili tecnici delle otto circoscrizioni della città.

Si stanno verificando tutte le scuole tra ieri pomeriggio e questa mattina e siamo già a buon punto. I nostri tecnici sono dislocati in tutte le circoscrizioni – ha detto l’assessore alla Protezione civile Marco Padovani -. Le prime ricognizioni fortunatamente possono farci star tranquilli: abbiamo già ultimato i controlli nell’ottava Circoscrizione, così come nella quinta e nella settima e sostanzialmente non ci sono problemi particolari di nessun tipo. Confidiamo che tutte le scuole non abbiano problemi gravi, anche se è possibile che per alcune scuole possano esserci sopralluoghi più approfonditi”.

In alcuni casi la chiusura degli istituti ha consentito di mettere in luce problemi strutturali: “Qualche problema è stato segnalato e lo stiamo verificando ma in generale la gran parte delle scuole potranno riaprire tranquillamente domani – ha puntualizzato Padovani -. I casi di maggior gravità si sono verificati alle Rosani di via Santini e alle materne Alessandri di Parona che sicuramente resteranno chiuse a causa della caduta di alcune tavelle che richiederanno interventi urgenti a tutto il sottotetto”.


Infine l’assessore ha voluto lanciare un messaggio alla calma: “Allo stato attuale delle cose siamo moderatamente ottimisti sullo stato di tutte le scuole. La situazione è sotto controllo da parte di specialisti qualificati nel settore, siamo in ottime mani”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verifiche dopo il terremoto due le scuole danneggiate

VeronaSera è in caricamento