rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Interviste

Ulss a caccia di soldi gioved sul piatto 106 miliardi

Il 13 gennaio gli assessori alla Sanit si incontrano a Roma per spartirsi una torta che fa gola

Settimana cruciale per definire il futuro della sanità veronese. Giovedì, infatti, gli assessori regionali competenti si incontreranno a Roma per decidere le modalità con le quali spartirsi una torta di 106 miliardi di euro. Questa la cifra messa sul piatto dal Governo per gestire tutti gli ospedali d'Italia. Non un euro di più. Una somma che non può che far gola. Anche per gli istituti del territorio scaligero, visto che gli ospedali di Malcesine e Isola della Scala rischiano la chiusura. I conti sono in rosso. Bisogna tagliare dove si può. A Verona potrebbe arrivare qualche risorsa in più per coprire il disavanzo che si ritrova sulle spalle. Anche se, inevitabilmente, non basterà. In attesa di sapere se la sanità veneta verrà commissariata, dando così pieni poteri al presidente del Veneto Luca Zaia. Di fatto, in questo modo, verrebbe esautorata l'asse Luca Coletto- Flavio Tosi, che rischia di non essere più presente per le decisioni che contano.  

Luca Coletto, assessore regionale della Sanità e coordinatore dell'assemblea di giovedì, affila le armi. Assieme a tutte le regioni del nord. Perché il braccio di ferro, come spesso accade, è tra Settentrione e Meridione. Tra un sistema sanitario considerato al top, ma molto costoso, e un sistema sicuramente in difficoltà, quello del Sud, pur con eccellenze isolate. Il 13 si inizieranno a discutere i criteri con i quali si spartiranno i 106 miliardi. E la battaglia sarà aspra, visto che i fondi per la sanità costituiscono oltre l'80% del bilancio delle Regioni. Rispetto al 2009 le difficoltà per arrivare a un accordo condiviso sono esponenzialmente aumentate. Con i tagli agli enti locali della finanziaria di Tremonti la fame è tanta. E ognuno tenterà di far valere le proprie esigenze.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ulss a caccia di soldi gioved sul piatto 106 miliardi

VeronaSera è in caricamento