rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Interviste

Sos consumatori, ricorso contro le multe: "Irregolari"

Si tratta delle contravvenzioni di via Interrato dell'Acqua Morta: "Colpa della segnaletica"

Raffica di multe per gli automobilisti che, percorrendo via Interrato dell'Acqua Morta proveniendo dal teatro Romano, girano a sinistra all'incrocio con via Carducci. Una manovra vietata. Che puntualmente viene ripresa dalle telecamere di sorveglianza poste a circa cinquanta metri dal crocevia. "Il problema è che la segnaletica induce all'errore l'automobilista - spiega il presidente dell'associazione Sos Consumatori Roberto Raggi - se un cittadino sbaglia è giusto che paghi, ma se l'errore viene commesso dalle istituzioni?". Per questo l'ufficio legale dell'associazione ha deciso di fare ricorso di fronte al giudice di pace, chiedendo l'annullamento delle contravvenzioni e il rimborso delle spese processuali.

In via Interrato dell'Acqua Morta la carreggiata si sdoppia. Un segnale stradale verticale indica che la corsia di sinistra è dedicata solo al transito degli autobus. Alle automobili rimane solo la corsia di destra. "Nessuna segnalazione del divieto di svolta a sinistra in via Carducci", afferma Sos Consumatori. In più le frecce bianche orizzontali che puntano verso sinistra disegnate sull'asfalto sono poste sulla carreggiata riservata agli autobus. Quindi chi guida viene indotto ad occupare la corsia di sinistra per prendere via Carducci, senza sapere che non potrà farlo.

Il divieto di svolta, infatti, è posizionato solo all'altezza dell'incrocio. Cinquanta metri dopo le telecamere di sorveglianza, che intanto hanno filmato la condotta errata dell'automobilista. Alcuni cittadini si sono visti recapitare addirittura una decina di contravvenzioni tutte uguali da novanta euro l'una. "Consigliamo di non pagare le multe - continua Raggi - e chiediamo che il Comune paghi le spese processuali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sos consumatori, ricorso contro le multe: "Irregolari"

VeronaSera è in caricamento