rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Interviste

Sentenza innovativa del tribunale: Inps condannato

Lo Studio Legale Masciaha portato alla luce un importante anomalia del sistema

In questo periodo, in cui il Governo chiede ai sindacati e ai lavoratori di rivoluzionare il mondo del lavoro, in cui i temi della Cig, del precariato e delle disoccupazioni assumono un’importanza fondamentale nel panorama lavorativo italiano, una sentenza “inedita” del Tribunale di Verona ha pronunciato la condanna all’INPS al pagamento dell’Indennità di disoccupazione, conseguente al 28 novembre 2008, ad un lavoratore Socio di Cooperativa.

Fino ad oggi il Socio lavoratore figura, spesso presente all’interno delle Cooperative, non poteva avvalersi dell’Indennità di Disoccupazione calcolata dall’Inps
. Lo Studio Legale Avv. Daniele Mascia di Verona, vincendo la causa, ha portato alla luce un importante anomalia nel sistema Previdenziale che consente alla figura suddetta di avvalersi di tale Indennità.


“È infatti innegabile, ora anche dal punto di vista legale – si legge in una nota della Uil Verona - che l’attività svolta da parte dei soci di cooperativa è a tutti gli effetti una prestazione lavorativa dipendente. La sentenza apre la porta ai molti lavoratori assunti con tale tipologia di contratto che in questi anni non si sono, ingiustamente, avvalsi dell’Indennità di Disoccupazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sentenza innovativa del tribunale: Inps condannato

VeronaSera è in caricamento