Scommesse, Chievo sotto la lente dei Monopoli di Stato

Nella lista di 38 partite "in odore di combine" ricorrono pi volte i clivensi. C' anche la Sambo

Scommesse, Chievo sotto la lente dei Monopoli di Stato

Alcune erano già balzate agli onori della cronaca, altre invece erano rimaste nella penombra. Ora la lista delle partite segnalate dai Monopoli di Stato perché caratterizzate da un volume di scommesse sospetto è ufficiale. La squadra veronese che ricorre più spesso è il Chievo, mentre dell'Hellas, impegnato domenica nella finale di ritorno di Lega Pro contro la Salernitana, nessuna traccia. Entra nelle carte anche la Sambonifacese, in merito al pareggio interno del 20 marzo scrso con il Montichiari. Alcune partite sono della stagione appena conclusa, altre di quella precedente.

Come più volte sottolineato da ambienti federali e istituzionali, il flusso anomalo di gioco registrato sul circuito dei concessionari autorizzati italiani non corrisponde necessariamente a un tentativo di illecito, ma rappresenta un campanello d'allarme che però, in diversi casi, ha trovato corrispondenza nell'inchiesta dei magistrati che indagano su Scommessopoli.

CHIEVO-CATANIA (21/3/2010): 1-1
. Quote chiuse diversi giorni prima del match. I gialloblù sono a un passo dalla salvezza e finiscono la partita sull’1-1. E' Pellissier ad aprire le marcature, al 64', dopodiché viene fuori il Catania che dieci minuti dopo pareggia con un rigore di Maxi Lopez.

INTER-CHIEVO (9/5/2010): 4-3. Valanga di gol a San Siro nella penultima giornata del campionato 2009/2010, con i nerazzurri che non hanno ancora la certezza dello scudetto. Si comincia con due autogol nel giro di un minuto (prima Thiago Motta, poi Mantovani), a cavallo tra il 12’ e il 13’. Cambiasso, Milito e Balotelli portano poi avanti l’Inter, che soffre nel finale con i gol di Granoche e Pellissier.

CHIEVO-SAMPDORIA (3/4/2011): 0-0. Novanta minuti, un pareggio e pochissime emozioni. Chievo-Sampdoria si chiude sullo 0-0, risultato che corrisponde ai pronostici degli scommettitori che già a partire da dieci giorni prima del match avevano puntato in massa sul segno X.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento