rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Interviste

Sboarina: "Produciamo il 25% di energia rinnovabile"

Presentati oggi dall'assessore all'Ambiente e dal presidente di Agsm i dati sull'energia pulita

Oltre 1 milione e 300 mila chilowattora di energia pulita prodotti dal 2009 ad oggi grazie ai pannelli fotovoltaici sullo Stadio Bentegodi, con una riduzione di 658 tonnellate di anidride carbonica; 343 impianti fotovoltaici presenti sul territorio comunale (a fronte dei 15 installati nel 2007) per una produzione totale annua di oltre 15 milioni di chilowattora di energia pulita, che rappresentano il 5,35 per cento del consumo energetico annuo delle famiglie veronesi. Questi i dati riferiti all’utilizzo di pannelli fotovoltaici sul territorio comunale e alla relativa produzione di energia pulita, illustrati oggi dall’assessore all’Ecologia e Ambiente Federico Sboarina insieme al presidente di Agsm Paolo Paternoster.

“In questi ultimi anni – spiega l’assessore Sboarina – anche grazie alla collaborazione di Agsm e al suo impegno per la valorizzazione delle energie rinnovabili, la produzione di energia pulita a Verona è cresciuta in maniera esponenziale, con risultati importanti per il miglioramento della qualità dell’aria e della sostenibilità ambientale. Per l’Amministrazione comunale – aggiunge l’assessore – questi risultati non sono un traguardo ma una tappa del percorso intrapreso per promuovere l’utilizzo di fonti energetiche pulite e salvaguardare l’ambiente in cui viviamo”.

Tra le fonti rinnovabili in aumento Sboarina ha sottolineato la presenza delle centrali idroelettriche di Agsm al Chievo e a Tombetta, con oltre 56 milioni di chilowattora di energia pulita prodotta nel 2010, che sommati al valore della produzione fotovoltaica, salgono a oltre 70 milioni kWh. “Si tratta di numeri importanti – conclude Sboarina – che fanno si che il 25,23 per cento del fabbisogno energetico delle famiglie veronesi sia coperto dalle fonti energetiche rinnovabili”.

“Agsm prosegue con la creazione di nuovi impianti fotovoltaici, idroelettrici e dei parchi eolici - aggiunge Paternoster – nella convinzione che le energie rinnovabili costituiscano la nuova frontiera per l’approvvigionamento energetico senza minacciare l’ambiente”. Nell’ambito del risparmio energetico, l’Amministrazione comunale è impegnata con interventi nel settore dell’illuminazione pubblica, come ad esempio i semafori a led, nella certificazione energetica degli edifici pubblici e negli elementi di arredo urbano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sboarina: "Produciamo il 25% di energia rinnovabile"

VeronaSera è in caricamento