Sanit, buco da 130 milioni "Il sistema da rivedere"

Coletto ha presentato il Libro Bianco del Servizio Socio Sanitario: "Quadro pi che soddisfacente"

Sanit, buco da 130 milioni "Il sistema da rivedere"
Il sistema sanitario veneto è sostanzialmente in buona salute. In poche parole è questo che è emerso dalla presentazione del cosiddetto Libro Bianco del Servizio Socio Sanitario Veneto presentato ieri dall’assessore regionale alla Sanitò Luca Coletto. Lo studio analizza i bilanci del servizio sanitario dal 2000 al 2009 ed è stato voluto dalla stessa Regione per fare chiarezza sulla situazione attuale.

Dal libro bianco emerge che i principali indici economici si avvicinano a quelli previsti dal nuovo Piano Sanitario Nazionale, con un andamento finanziario sotto controllo e con un gradimento da parte degli assistiti pari all’85,9%. Da palazzo Balbi fanno però sapere che ora c’è la necessità di un’attenta revisione dei conti, per ritararli sulla base delle esigenze assistenziali che si sono evolute e della necessità di ottimizzazione della spesa, alla luce anche del non facile quadro economico nazionale.

Sul piano economico, l’andamento dell’esercizio 2010 appare in linea con quello dell’anno precedente e, a fine esercizio, dovrebbe richiedere un intervento regionale di ripiano attorno ai 130 milioni di euro. Diversa la questione degli ammortamenti per investimenti fatti dalle diverse aziende, che nel corso degli anni hanno raggiunto un miliardo e 400 milioni.

Non si tratta di debiti – ha tenuto a sottolineare Coletto –, ma di un metodo di autofinanziamento aziendale che, alla luce della nuova situazione economica anche nazionale, va completamente rivisto. Bisognerà quindi individuare nuove e diverse forme di finanziamento degli investimenti e di ricapitalizzazione delle aziende più esposte”.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento