Politici veronesi 2.0, tutti rimandati a settembre

Pochi sostenitori per le pagine su Facebook dei nostri rappresentanti. Ma c' anche qualche sorpresa

Politici veronesi 2.0, tutti rimandati a settembre

La politica è sbarcata in rete da anni. Tanto che, secondo alcuni studiosi, Internet diventerà la tribuna politica del nuovo millennio. I nostri rappresentanti veronesi non hanno perso tempo. Ma i risultati sono lontani dal poter essere definiti lusinghieri. La pagina del sindaco Flavio Tosi può contare su 469 amici, mentre il suo pari ruolo padovano Flavio Zanonato, del Partito Democratico, ha 802 simpatizzanti. Quasi il doppio. Anche se l'ultimo suo post è del 2008. Facebook rivela anche un'interessante spaccatura tra i leghisti. C'è chi vorrebbe il nostro sindaco con un ministero a Roma e chi invece lo vorrebbe fuori dal Carroccio. Come i fondatori del gruppo "espulsione Flavio Tosi dalla Lega Nord", che piace a 226 persone, secondo cui "vista la politica anti-veneta portata avanti da Tosi, noi leghisti veneti ne chiediamo le immediate dimissioni dal partito! Vergogna! W Zaia e W Gobbo!".

Mentre il nuovo segretario provinciale del Partito Democratico sul social network la sua passione per il "bollito e pearà", è contro l'onorevole Aldo Brancher che Facebook rigurgita di pagine e gruppi avversi. Soprattutto per essere stato nell'occhio del ciclone per la nomina, poi rientrata, a ministro da parte di Silvio Berlusconi. La sua pagina istituzionale conta solo 4 amici. Il gruppo "No a Aldo Brancher coordinatore provinciale del Pdl a Verona", invece, conta più di un centinaio di membri. Limitandosi solo alle pagine di argomento politico locale.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento