rotate-mobile
Interviste

Nuovo anno accademico, Profumo: Niente tagli"

Necessario che si rallenti il guinzaglio legislativo sulluniversit questo il monito del rettore

“No ci saranno tagli per l’istruzione per il nuovo anno” queste le parole del ministro dell’istruzione Francesco Profumo presente questa mattina alla cerimonia di inaugurazione del nuovo anno accademico universitario 2012 al polo zanotto delle facoltà di lettere.

“Creeremo l’idea di multi fondo dove in aggiunta al denaro pubblico destinato all’università sarà presente una quota di fondi per la ricerca -sottolinea Profumo-. L’Europa ci chiede di non avere più contenuti separati per la ricerca e per l’università ma cercare di avere una compenetrazione tra le due entità, nel 2013 avremo i risultati”. L’apertura del discorso inaugurale comincia con le parole del rettore Alessandro Mazzucco che lancia un monito di maggior coordinamento con le autorità governative.

“E’ necessario che si rallenti il guinzaglio legislativo sull’università –dichiara Mazzucco-. Ci sono troppe norme ingiustificate, si deve decentrare il potere a valle in modo che anche gli organi accademici possano decidere per l’istruzione e per il suo sviluppo”. “Solo l’1% del Pil è destinato all’istruzione, siamo penultimi in Europa” questi uno dei cartelloni presentati alla manifestazione dal blocco studentesco, un messaggio che sembrerebbe fosse diretto al ministro dell’istruzione. Tra le proteste spiccava un gruppo di studenti di scienze della formazione primaria preoccupate per il depennamento sulle graduatorie per abilitare l’insegnamento. “Siamo consapevoli delle preoccupazioni degli studenti- ribatte il rettore- loro sono la voce del futuro, un futuro che non ha carenze qualificative nel mondo dell’istruzione ma è necessario organizzare le proprie prospettive con largo anticipo.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo anno accademico, Profumo: Niente tagli"

VeronaSera è in caricamento