rotate-mobile
Interviste

Nomina del papa per il presidente dell'ospedale di Negrar

Benedetto XVI ha voluto fratel Bonora della Congregazione dei Poveri Servi della Divina Provvidenza

Nomina della Santa Sede per fratel Mario Bonora, presidente dell’ospedale Sacro Cuore-Don Calabria di Negrar. Papa Benedetto XVI ha voluto il religioso della Congregazione dei Poveri Servi della Divina Provvidenza tra i 30 membri del Pontificio Consiglio della Pastorale degli operatori sanitari.

L’organismo, presieduto dall’arcivescovo polacco Zygmunt Zimowski e istituito da Giovanni Paolo II, ha tra i principali compiti quello di diffondere, spiegare e difendere gli insegnamenti della Chiesa in materia di sanità e favorire la loro penetrazione nella pratica sanitaria. Inoltre il Pontificio Consiglio ha come obiettivo lo studio di orientamenti programmatici ed iniziative concrete in santità, a livello nazionale ed internazionale, per coglierne la rilevanza e le implicazioni per la Pastorale della Chiesa.

Fratel Bonora, nato a Ferrara nel 1941, presiede, da due mandati, anche l’Associazione religiosa istituti socio-sanitari (Aris) che rappresenta circa 250 realtà sanitarie di matrice cristiana, tra cui 26 ospedali classificati (cioè equiparati al pubblico, come il nosocomio di Negrar) e 10 Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico. Dal 1990 dirige il Sacro Cuore, quinto ospedale della regione Veneto per numero di ricoveri (una media di 30mila all’anno) con un’attrazione extraregionale del 20,2%.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nomina del papa per il presidente dell'ospedale di Negrar

VeronaSera è in caricamento